Meloni riapre centri accoglienza chiusi da Salvini per accogliere i clandestini delle ONG

Vox
Condividi!

La macchina organizzativa, per la seconda volta in un mese e mezzo, per accogliere i clandestin i a bordo della Ocean Viking si è subito messa in moto. Ieri mattina il prefetto Castrese De Rosa ha convocato tutti gli interessati e ha fatto un sopralluogo al terminal crociere di Porto Corsini, dove sabato arriverà per la seconda volta la nave Ocean Viking con 84 clandestini, per la maggior parte sedicenti minorenni, come quelli che stuprano a Piazza Duomo e che a Genova stanno dando vita ad una vera e propria mattanza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Al sopralluogo hanno preso parte Prefettura, Regione, Comune, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto Guardia Costiera, Polizia Locale, Usmaf., Croce Rossa, Servizio118, Autorità Portuale, Caritas e società concessionaria del terminal. È stato deciso di confermare il dispositivo già predisposto in occasione dello sbarco dei 113 clandestini il 31 dicembre con alcuni correttivi. Il terminal sarà suddiviso in settori: uno per la parte sanitaria, uno per l’attività di ristoro e un altro per i riscontri di polizia e per gli adempimenti dei servizi sociali.

È in corso il confronto sia a livello regionale che nazionale per la ripartizione degli scrocconi, in particolare dei 58 minori non accompagnati, sia con la Prefettura di Bologna che con il Ministero dell’Interno. È stata chiesta la disponibilità del Villaggio del Fanciullo a ripristinare nuovamente la Villa Nina a Longana, dove la Fondazione aveva accolto per un mese 28 minori stranieri non accompagnati sbarcati dal primo viaggio della Ocean Viking, quelli poi fuggiti. È stata individuata una nuova équipe per la gestione della struttura, che farà capo al responsabile dell’area minori della Fondazione.

Meloni sta facendo ripartire tutto il business: Salvini aveva svuotato i centri di accoglienza, lei li sta riaprendo tutti. E’ il suo superbonus.

Vox

Il sindaco PD, accogliente col culo degli altri, Michele de Pascale, ha ribadito che è una follia fare arrivare al nord i clandestini via nave per poi farli salire sui pullman per portarli a Foggia. Il fatto è che la disponibilità del terminal crociere si avvia a scadenza. Da aprile partiranno le prime crociere ed è inconciliabile anche sul piano dell’ordine pubblico, la coesistenza degli sbarchi dei clandestini con altre attività portuali. L’unico piano B possibile resta la banchina della Fabbrica Vecchia. Un’opzione che, innanzitutto, richiede l’allestimento ex novo di ogni struttura di accoglienza. Cosa impensabile se si ritiene di avvisare con tre giorni di anticipo . Nel tratto di canale dove si affaccia questa banchina possono essere ospitate solo navi di piccole dimensioni, a meno di non voler chiudere l’accessibilità allo scalo.

Sul piano politico da registrare la presa di posizione della Lega attraverso le parole di Lorenzo Zandoli e Luca Cacciatore, rispettivamente referenti provinciale e di sezione della Lega a Ravenna. “La parlamentare piddina Ouidad Bakkali si è lasciata andare a dichiarazioni poco solidali” scrivono in una nota i due leghisti. “A suo dire, il Governo scaricherebbe gli sbarchi sui territori al nord, meglio sarebbe, questo il concetto in sintesi, continuare a concentrare gli arrivi nei porti meridionali e confinare gli immigrati irregolari in località vicine. Lontani dagli occhi, lontani dal cuore. Facile il buonismo di facciata del Pd”.

Noi siamo per la terza via: devono sbarcare in Africa, coglioni.




7 pensieri su “Meloni riapre centri accoglienza chiusi da Salvini per accogliere i clandestini delle ONG”

  1. alle ultime elezioni regionali,
    proprio la Meloni ha fatto il boom di voti,
    quando tutti gli altri non hanno votato

    Leghisti?
    Luride carogne
    traditori della patria

  2. Anche salvikkio sta riaprendo i centri, visto che non si sta opponendo, evidentemente li aveva chiusi prima perché ci mangiavano gli altri e non lui, oggi cosa è? , ci mangia pure lui?

      1. Senti ma li leggi i giornali?, i m5merde so tutti comunisti pro immigrazione il capocomico clitoride ha sposato una beduina ha un figlio mezzosangue e voleva fare il capo Pd…. Ma cazz stai a di!…. I m5merde stanno come la merda sull oceano, in compagnia chi li fa galleggiare

        1. il M5S di oggi non centra niente con il M5S originale
          per questi motivi ha avuto collasso di consensi

          Tuttavia inizialmente erano gli unici che denunciavano
          i taxi del Mare,
          indagavano Samahoro,
          e denunciavano gli intrallazzi della destra e della sinistra, con il business dell’accoglienza.

I commenti sono chiusi.