Immigrato sfascia di nuovo pronto soccorso: no arresto per seconda volta

Vox
Condividi!

E accusato di violenze e minaccia ad incaricato di pubblico servizio, danneggiamento e violazione del testo unico in materia di immigrazione. Nei guai è finito un pakistano di 32 anni. E’ accaduto oggi pomeriggio quando i carabinieri sono intervenuti presso l’ospedale Santa Maria Annunziata di Bagno a Ripoli. A chiamare i militari il personale sanitario impaurito proprio dal giovane che era in stato di forte alterazione psicofisica: il pakistano, infatti, dopo aver scagliato una pietra contro un monitor della sala d’attesa del pronto soccorso, aveva colpito con dei calci alle gambe un’infermiera, cagionandole delle lesioni guaribili in 4 giorni.

Il giovane, già denunciato a piede libero per un fatto analogo, con l’aiuto dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze, è stato portato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Firenze Oltrarno per la sua completa identificazione.

Vox

La Procura ha disposto che lo straniero fosse denunciato a piede libero.

Immigrato sfascia di nuovo pronto soccorso




Un pensiero su “Immigrato sfascia di nuovo pronto soccorso: no arresto per seconda volta”

  1. ma se questi prendono spranghe di ferro
    e spaccano tutte le auto che trovano davanti

    Ed il tutto avviene sotto lo sguardo placido, degli italiani nelle vicinanze.
    I leghisti, imprecano sotto voce, per non farsi sentire, ma nient’altro.

    Cit.
    “Come si fa a non diventare padroni di un paese di servitori?”
    Benito Mussolini:

I commenti sono chiusi.