Migrante sgozza sostenitore ONG al grido “sporco bianco”

Vox
Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Montpellier: un clandestino algerino recidivo cerca di sgozzare il regista pro-migranti Alain Françon. “Non ho niente contro i francesi”, assicura l’imputato che ha fatto minacce razziste antifrancesi in custodia della polizia.

Mohamed Kamel, 33 anni, ha sgozzato il settantenne con un coltello il 17 marzo 2021 per le strade di Montpellier. Senza motivo apparente. Solo che era stato cacciato dalla prefettura dove voleva rinnovare il permesso di soggiorno.

Vox

Il processo contro Mohamed Kamel si apre questo lunedì 5 dicembre davanti alla Corte d’Assise dell’Hérault. Questo 33enne residente a Montpellier rischia l’ergastolo per un ripetuto tentato omicidio.

Nato in Algeria e arrivato in Francia all’età di 11 anni dove ha beneficiato del permesso di soggiorno come minore. Un giurato pone la questione delle osservazioni che aveva fatto in custodia di polizia, attaccando violentemente lo “sporco francese”.

“Non ho niente contro la Francia, non ho niente contro i francesi, ho amici francesi come ho amici arabi… Non fumavo da 48 ore, ero in custodia della polizia, avevo i nervi, il poliziotto mi ha preso in giro, ho detto cose cattive… Ma io non c’entro niente, non ho problemi con quello, sui miei nervi ho parlato così”.




2 pensieri su “Migrante sgozza sostenitore ONG al grido “sporco bianco””

  1. Cominciano ad uscire, tante evidenze
    per cui che questi mercenari
    che lavorano per la immigrazione-deportazione
    siano oltre che dei delinquenti, anche essi dei razzisti.

    Lo si puo intravedere, anche osservando con attenzione la loro fisiognomica.

    Ne vedevo uno, che sembrava la copia di Fabrizio Corona
    ovvero quei personaggi pieni di boria, che sarebbero disposti a mangiare anche merda, in cambio di soldi, scalate sociali e sopraffazione su qualcun altro.

  2. 🤣🤣🤣🤣🤣avrei pagato x vedere la scena ma sopratutto la faccia dell’akkoglione!!!🤣🤣🤣🤣

I commenti sono chiusi.