Criminale: 5% bambini affidati dai tribunali a coppie omosessuali

Vox
Condividi!

Bibbiano è un fenomeno nazionale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Da marzo 2017 a oggi l’associazione M’aMa-Dalla Parte dei Bambini – nata per promuovere la cultura dell’affido e dell’adozione agli omosessuali – su mandato di Servizi sociali e Tribunali dell’intero territorio nazionale ha collocato in famiglie affidatarie/adottive 180 minori. Di questi, 9 sono finiti a cosiddette coppie omo.

Nove povere vittime dello Stato. E questo è solo una delle associazioni, non sappiamo quanti siano in generale le vittime consegnate ai gay.

M’aMa ha un database nazionale di 5000 famiglie affidatarie di cui il 25% è costituito da coppie dello stesso sesso e single, target inutilizzato dagli Enti che hanno in carico i minori.

Vox

“A questo punto preghiamo le Istituzioni, nel rispetto di quei minori che scrivono al Giudice di volere festeggiare il loro 18° compleanno nella “normalità di una casa” e non in una comunità, di prendere atto delle diverse forme familiari esistenti (omo e monogenitoriali) per garantire ad ogni bambino il diritto di crescere nella famiglia giusta per lui.
La struttura familiare non ha nulla a che fare con la capacità genitoriale. E’ vero, il bambino ha bisogno di far riferimento al ruolo paterno e a quello materno ma non è detto che questi si identifichino necessariamente con il genere maschile e quello femminile”, dicono le promotrici della rete delle ‘Mamme Matte’.

Per questo M’ama invita le ‘famiglie matte’ in coppia omossessuale o single ad iscriversi al gruppo Fb single, gay e affido-affidiamoci reteMammeMatte quale spazio virtuale e protetto di confronto operativo.

Per questo la Russia ha vietato con una legge firmata oggi da Putin la propaganda omo. Lì le adozioni gay non esistono.




6 pensieri su “Criminale: 5% bambini affidati dai tribunali a coppie omosessuali”

  1. Il posto va raso al suolo ed i chirurghi Frankenstein, messi ai lavori forzati. La chirurgia deve essere al servizio dell’uomo, non la sua distruzione, ma un ordine serio di medici che indaghi non c’è?. È vero che la Serbia non è in Italia ma comunque queste dichiarazioni dovrebbero allarmare le persone, ma ovviamente per denaro, si accettano qualsiasi immoralita’.

I commenti sono chiusi.