Offensiva russa fa strage di soldati ucraini: 200 morti in poche ore

Vox
Condividi!

Vox

Più di 200 militari ucraini sono stati uccisi durante una serie di offensive sferrate nelle ultime ore dalle forze della Russia nella parte orientale dell’Ucraina. Ad annunciarlo il ministero della Difesa russo. Almeno 50 soldati ucraini sono morti in un’operazione nella città di Artemovsk, nel Donetsk, che ha provocato anche la distruzione di sei veicoli corazzati da combattimento delle forze armate ucraine, è stato annunciato.

Altri 40 soldati ucraini sono morti in un contrattacco russo nella cittadina di Shevchenko, sempre nella stessa zona, ha spiegato il portavoce militare russo, generale Igor Konashenkov, in una conferenza stampa di cui ha riferito Interfax.

A Kharkiv, stando al generale russo, 60 soldati ucraini sono stati uccisi in un altro contrattacco russo all’insediamento di Yagodnoye, in cui sono stati distrutti anche due camion e due auto. Tre gruppi di sabotaggio e ricognizione delle forze armate ucraine sono stati distrutti nell’area dell’insediamento di Chervonaya Dibrova, sempre a Luhansk, secondo la stessa fonte. “Le perdite nemiche ammontano a più di 80 militari ucraini uccisi e feriti, un carro armato, un veicolo da combattimento di fanteria e un veicolo blindato distrutti”, ha affermato.




Un pensiero su “Offensiva russa fa strage di soldati ucraini: 200 morti in poche ore”

  1. Teniamo duro, gli ultimi poveri soldati ucraini morti potrebbero essere tra gli ultimi prima che finalmente nel tritacarne entrino i vermi della Nato: quando a venir fisicamente massacrati dai Russi saranno i vermi occidentali potreme giore completamente.

I commenti sono chiusi.