Rifugiato africano stupra la donna che lo ospita in casa

Vox
Condividi!

I fatti risalgono all’inizio del 2021. Sabrina C., 33 anni, arriva in questura. Spiega di essere stata picchiata e poi violentata da un immigrato che stava ospitando da diverse settimane a casa sua.

VERIFICA LA NOTIZIA

IL nome dello stupratore è Samir L. Quest’ultimo, trentenne, rifugiato di origine nordafricana, abitava in una casa occupata e aveva conosciuto la demente ad una festa. Quest’ultima si era offerta di ospitarlo per qualche tempo in cambio di un compenso economico giornaliero.

Vox

Il nordafricano ha pensato di pagare in natura.

In sede di denuncia, la vittima ha spiegato che durante una serata alcolica nel suo appartamento con l’imputato, quest’ultimo sarebbe diventato violento. Armato di due coltelli, avrebbe cercato di rubare il telefono di Sabrina C., per poi picchiarla e violentarla. Sono stati trovati diversi lividi sul suo corpo. La polizia scopre nell’appartamento di Sabrina C. un coltello con le impronte digitali dell’imputato. Interrogata, un’altra donna ha testimoniato che prima dei fatti l’imputato avrebbe tentato di violentare anche lei su un bus.




Un pensiero su “Rifugiato africano stupra la donna che lo ospita in casa”

I commenti sono chiusi.