Ci sono 2 miliardi per le bollette che usiamo per mantenere 100mila scrocconi clandestini

Vox
Condividi!

“Sono oltre 30 miliardi di euro fino a fine 2023 per far fronte a crisi energetica”. Così il premier Giorgia Meloni nella conferenza stampa al termine del consiglio dei ministri. “Riusciamo per il 2022 a liberare circa 9,5 miliardi che vorremo utilizzare sul caro energia”.

“‘Il 24 novembre ci sarà un nuovo consiglio dei ministri dell’Energia, abbiamo molto acceso i riflettori per dare risposte concrete, il prezzo del gas sta scendendo, anche per la presa in carico della Ue della materia, ma dobbiamo dare segnali seri e concreti”. “Intanto – spiega -noi ci dobbiamo mettere in sicurezza”.

“Faccio – ha aggiunto – appello al Parlamento che approvi il testo al più presto”. “Per il 2023 immaginiamo indebitamento al 4,3% che poi va a a scendere, così liberiamo 22 o 23 miliardi che ugualmente destiniamo in via esclusiva al caro energia”, spiega la premier.

Tutte buone cose, ma desideri più che programmi. “Immaginiamo”.

Vox

Invece ci sarebbero 2 miliardi di euro immediatamente liberabili:

Pagare le bollette a 103.161 immigrati in hotel ci costa 2 miliardi di euro

Basterebbe sgomberare gli hotel e i centri di accoglienza dai centomila scrocconi nigeriani, pakistani e bengalesi.