Detenuti nordafricani in rivolta contro la destra al governo, incendiano carcere: “Meloni non può governare”

Vox
Condividi!

I fatti sono accaduti ieri nella Casa circondariale di Trento. “Verso le ore 15.30, dopo la chiusura delle celle, alcune detenute hanno messo in atto una violenta protesta”. Lo racconta Massimiliano Rosa, segretario provinciale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria.

Le detenute hanno cominciato a sbattere sui cancelli delle celle pentole e piatti manifestando la loro contrarietà al nuovo governo di destra.

Il personale di Polizia Penitenziaria è immediatamente intervenuto per sedare la protesta. “Dopo pochi minuti – continua Rosa -, è scattato l’allarme antincendio da una cella dalla quale usciva una vistosa nube di fumo”. Il personale di Polizia lì ha trovato una detenuta, di origini maghrebine, “in escandescenza. Che ha appiccato un incendio all’interno della sua cella e con una bomboletta di gas in mano minacciava il personale”. Le fiamme sono state immediatamente sedate mentre tutte le altre detenute della sezione messe in sicurezza contro il rischio di intossicazione da fumi.

La detenuta autrice dell’incendio, dopo aver ricevuto le prime cure, è stata trasferita all’ospedale cittadino. Il bilancio del “grave episodio”, riferisce infine Rosa, “è di quattro poliziotte penitenziarie intossicate dal fumo”. Che sono finite in ospedale.

Vox

Donato Capece, segretario generale del Sappe: “Al nuovo Ministro della Giustizia che verrà (e, immagino, al nuovo Capo del Dipartimento, com’è nella logica dello spoil system) chiedo di avere quel coraggio che non hanno avuto i loro predecessori nel modificare l’insostenibile e pericolosa situazione delle carceri italiane. Non si può continuare così: la tensione che si vive nelle carceri è costante e lo sanno bene gli uomini e le donne della Polizia Penitenziaria che ogni giorno, nelle galere d’Italia, sono le vittime di aggressioni, umiliazioni, improperi, ferimenti, risse e colluttazioni da parte della frangia violenta dei detenuti. Servono con urgenza provvedimenti. E la via più netta e radicale per eliminare tutti questi disagi sarebbe quella di un ripensamento complessivo della funzione della pena e, al suo interno, del ruolo del carcere”.

Detenuti in rivolta contro la destra al governo, celle in fiamme

La sinistra userà gli immigrati contro il governo. Ci saranno rivolte organizzate in carceri e centri espulsione coordinate dai centri sociali e dalle ong.




2 pensieri su “Detenuti nordafricani in rivolta contro la destra al governo, incendiano carcere: “Meloni non può governare””

  1. ci saranno anche rivolte x strada con attentati perché ormai comanda la Negraglia schifosa parassitaria che a scatenato la sinistra comunista assassina infame traditore

  2. Come e’ che una che sta in galera puo’ avere una bomboletta di gas?Non serve un genio x usarla come arma.

I commenti sono chiusi.