AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Se sorridi l’immigrato ti sgozza: “Volevo uccidere un italiano felice”

Vox
Condividi!

A proposito di ius soli e ius scholae sponsorizzati dal Pd. Riflettete sulla confessione del marocchino con cittadinanza italiana Said Mechaout, che ha sgozzato Stefano Leo:

“Volevo ammazzare un ragazzo come me togliergli tutte le promesse, i figli, toglierlo ad amici e parenti”. .

E’ il manifesto delle seconde generazioni di immigrati. Loro ci odiano. Perché sentono di essere estranei.

Le seconde generazioni sono il vero pericolo. I loro genitori, in gran parte, almeno fino agli ultimi anni, venivano per lavorare, e ringraziavano per il lavoro. Questi sono cresciuti con promesse che non possono essere mantenute: e diventano violenti. E se vedono un italiano felice, lo vogliono morto.

Si replica, in Italia, quanto avvenuto nelle banlieus francesi: è lo sradicamento e l’essere totalmente avulsi dalla società autoctona a renderli violenti. Non sono italiani, e non possono essere africani. Dare loro la cittadinanza, come vedete, non serve a nulla.

Solo a rendere impossibile la loro espulsione.

EMERGENZA FIGLI IMMIGRATI: in 15 pestano e rapinano passanti a caso a Milano

E non si dava pace Maurizio, il padre del 34enne Stefano Leo, ucciso in riva al Po, a Torino, da Said Machaouat, che ha confessato di averlo fatto perché non sopportava di vederlo felice. «È come se lo avessero ucciso un’altra volta – dice l’uomo senza riuscire a nascondere l’emozione – non riesco a farmene una ragione».

Vox

«Il pensiero che Stefano sia morto per uno sguardo, forse per un sorriso che aveva regalato al suo assassino, è inaccettabile», dice Maurizio Leo che oltre al dolore per la perdita del figlio, ha dovuto anche sopportare l’omicida reo confesso che al momento dell’arresto ha fatto il gesto delle corna:

Li abbiamo fatti entrare e abbiamo dato loro la nostra cittadinanza. Qualcuno dice che dovremmo farlo più spesso, con lo ius soli totale, perché solo in questo modo si integreranno: no, in questo modo sgozzeranno e i media potranno definirli ‘italiani’. Sarà l’unica cosa a cambiare.

Immigrato: “Ho sgozzato italiano perché aveva aria felice”

Questo marocchino con cittadinanza italiana è arrivato in Italia all’età di 6 anni, quella perfetta secondo i cultori dello ius soli per integrarsi: è urgente bloccare i ricongiungimenti familiari e tornare allo ius sanguinis.

Nel frattempo, non sorridere al ‘nuovo italiano’, o lui ti sgozza

EMERGENZA SECONDE GENERAZIONI, FIGLI IMMIGRATI ODIANO ITALIANI E LI ACCOLTELLANO, SGOZZANO E MASSACRANO: “VOLEVO RUBARGLI IL FUTURO”