AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Gas, Eni: “Difficile essere fiduciosi per l’inverno. Ci serve il gas russo”. Intanto lo inviamo all’estero

Vox
Condividi!

‘Sorpresa’: non passeremo l’inverno senza il gas russo. Draghi ha mentito.

VERIFICA LA NOTIZIA

«L’Italia ha gas e si capisce dal fatto che nell’hub italiano è a 140-150 euro per megawattora, al Ttf è a 180-200 euro; c’è una differenza dovuta al fatto che l’offerta adesso supera la domanda, anche gli stoccaggi sono pieni. Questi metri cubi in più che stiamo portando stanno anche andando verso mercati che hanno prezzi più attraenti e questo è un problema che dobbiamo risolvere». Così l’Ad di Eni Claudio Descalzi, spiegando che «un’ottima soluzione» e come ha anche «detto il ministro Cingolani, andiamo anche al 100% degli stoccaggi, in modo tale che il nostro sforzo non diventi un bellissimo sforzo di solidarietà, che va anche bene, ma avendo gli stoccaggi pieni riusciamo a mantenere dei picchi e coprire un periodo più lungo».

Draghi lascia l’Italia senza gas: mancano 3 miliardi di metri cubi e i tedeschi ce lo fregano

Vox

Descalzi ha aggiunto che «è difficile essere fiducioso» a proposito della situazione del prossimo inverno, «abbiamo fatto tutto il possibile per essere in una posizione positiva – ha spiegato –, ma siamo in una interconnessione globale. Questo vuol dire che se i prezzi sono altissimi e lo mettiamo in un hub il nostro gas ci sfugge. Quindi, ci sono delle variabili del sistema che non sono sotto controllo di nessuno».

Il manager ha aggiunto che «non si possono chiudere le frontiere» e a tal proposito «il contributo addizionale del gas russo che speriamo ritorni è fondamentale, 20 milioni di metri cubi al giorno che sono circa il 9-10% del supply che sta arrivando in Italia».

Chi l’ha detto che non possiamo chiudere le frontiere e obbligare le sedicenti imprese italiani a trattenere il gas invece di venderlo all’estero? Anche in questo caso il fulcro del problema sono le maledette privatizzazioni del Britannia: non si privatizza e non si apre il mercato dell’energia, che non è un mercato normale, è un prodotto che l’Italia dovrebbe manipolare come l’Eni di Mattei.




3 pensieri su “Gas, Eni: “Difficile essere fiduciosi per l’inverno. Ci serve il gas russo”. Intanto lo inviamo all’estero”

  1. Ma descanzi sà parlare in italiano con una frase compiuta o stà semplicemente perculandoci? Il virgolettato è privo di un qualunque senso.

I commenti sono chiusi.