AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Bambini esultano: ci siamo levati dalle palle Bonino e la sua pompa per bici

Vox
Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Stanno sollevando un polverone le parole del sindaco di Capistrano, nel Vibonese, Marco Martino verso l’ex senatrice Emma Bonino, non rieletta in Parlamento nella tornata elettorale appena conclusa. L’esponente di Forza Italia, già Udc, ha attaccato con un post sul proprio profilo Facebook l’ex esponente di palazzo Madama sulla questione legata all’aborto: “Dopo aver vissuto sulle spalle degli italiani con stipendi eccellenti e vitalizi riconosciuti è nota per gli aborti clandestini commessi a centinaia di donne uccidendo altrettanti bambini innocenti. Sembrerebbe una cosa da nulla dal momento che si è sempre battuta nel riconoscere questo diritto a tutte le donne, ma in che modo? Forse – sono le domande del sindaco – inducendo all’aborto feti malati e sofferenti? No, feti sani e vegeti che avrebbero dovuto dare alla luce tutte le persone che hanno deciso che un bambino avrebbe potuto creare un intoppo di vita. Ma chi siamo noi per decidere della vita degli altri? Come sarebbe possibile che per il nostro egoismo permettesse di porre fine alla vita di un nascituro che non ha avuto alcuna colpa se non quella di far battere il proprio cuoricino nella speranza che ad attenderlo una volta nato ci fossero stati genitori pronti ad amarlo ed accudirlo? Come si può essere così meschini nel praticare clandestinamente la cessazione dell’esistenza di un nascituro? Come è possibile che una persona del genere possa aver rappresentato le istituzioni più importanti per decine di anni?”

Vox

Il capo dell’amministrazione comunale capistranese, evidenzia che “oggi l’Italia dovrebbe festeggiare questo importante evento” e aggiunge che la fuoriuscita dal Parlamento “di una persona così dovrebbe sapere di eticità, di rispetto di tutte quelle anime volate in cielo, di pulito ma soprattutto di vittoria verso tutte quelle mamme disperate perché non possono avere figli e fanno l’impossibile per avere una gravidanza. I figli sono doni di Dio e nessuno dico nessuno dovrebbe permettere tutto ciò. Pertanto oggi gioisco nella speranza che le coppie giovani e non, riflettano seriamente prima di commettere una tale follia. Lasciateli in ospedale se non li accettate come parte della vostra vita, tra le cure di persone amorevoli, date la possibilità a tutti quei genitori adottivi di poterli amare e crescere secondo sani valori, concedendo loro il dono più bello e legittimo di questo mondo, quello della vita”, conclude Martino.




5 pensieri su “Bambini esultano: ci siamo levati dalle palle Bonino e la sua pompa per bici”

  1. Peccato che quei bambini siano angeli in cielo e non sulla terra. Comunque io ed il sindaco la pensiamo allo stesso modo : se un figlio non è “desiderato”, lo si dà in adozione, ma lasciatelo vivere.

I commenti sono chiusi.