AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Foreign fighter italiano morto in Ucraina in nome della Nato 🌈

Vox
Condividi!

La propaganda uccide le menti deboli. I veri assassini sono i nostri politici e il nostro sistema mediatico.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un ‘foreign fighter’ italiano di 27 anni, Benjamin Giorgio Galli, è andato a morire in Ucraina dove stava combattendo con la Legione Internazionale per esportare il gay pride a Kiev.

Galli era originario della provincia di Varese, anche se si era poi trasferito con la famiglia in Olanda: si era arruolato nelle truppe di Kiev la primavera scorsa.

Sul suo profilo Facebook, sotto una foto postata nei mesi scorsi in cui si vede in divisa mentre impugna un fucile, sono comparsi diversi messaggi di cordoglio. “Ti voglio bene. Sempre nei miei pensieri. Il tuo sorriso sarà la mia grazia. Mio fratello, Ben, eroe dell’Ucraina”, “Onore. Il tuo sacrificio non sarà vano”, “Condoglianze alla famiglia e ai suoi cari”, si legge tra l’altro sotto al post.

Vox

Morire per esportare il modello olandese in Ucraina. Un onore.

Il padre di Benjamin Giorgio, Gabriel Galli, ha confermato la morte del figlio ”da eroe” annunciando che sarà organizzata prossimamente una messa in suo ricordo a Bedero Valcuvia, in provincia di Varese. Qui, dove era cresciuto e tornava di tanto in tanto, il ragazzo è ricordato come un grande appassionato di soft air.

Invece di difendere il proprio Paese dalla vera invasione vanno a farsi ammazzare per un comico fallito.

”Il vostro compagno è morto da eroe questa settimana”, ha scritto Gabriel Galli rivolgendosi agli amici del figlio. Dai profili social del ragazzo emerge che era impegnato nella zona di Kharkiv e si stava spostando verso la capitale Kiev.

Le dinamiche dell’accaduto sono ancora poco chiare. Di certo, Galli si trovava dalla primavera scorsa in Ucraina dopo essere passato dall’Olanda alla Polonia. Una volta passato il confine si era unito con il grado di soldato alla prima Legione Internazionale di difesa dell’Ucraina, ricevendo anche il plauso personale del comandante Bogdan Molchanov. Solo pochi giorni fa Benjamin aveva contattato il padre annunciandogli l’intenzione di fare un anno in vacanza una volta rientrato.




7 pensieri su “Foreign fighter italiano morto in Ucraina in nome della Nato 🌈”

  1. Voleva tornare e fare un anno di vacanza
    ?E cosa minkia pensava, di essere andato ad un corso di sopravvivenza???
    Vittime di una propaganda deviata, di certo non sapeva di combattere x il male, povero fesso!
    Staccate la tv.

I commenti sono chiusi.