AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Branco di senegalesi sfonda vetrina e circonda bar: “Vogliamo quell’italiano”

Vox
Condividi!

Immaginate a parti invertite la propaganda mediatica sul ‘razzismo’.

Hanno preso a calci e pugni la vetrata di un bar di corso Matteotti, fino a sfondarla. Volevano acchiappare un giovane anconetano che si era barricato dentro.

Si tratta di un gruppo di tre senegalesi poco più che maggiorenni, già noti alle forze dell’ordine, che ieri notte, intorno all’1.30, hanno seminato il panico all’altezza della metà della strada principale di Porto Recanati.

Vox

La caccia all’italiano sarebbe nata qualche minuto prima, quando il ragazzo di Castelfidardo veniva aggredito dalla gang di senegalesi per motivi ancora da chiarire. Riuscito a divincolarsi il ragazzo dell’Anconentano, che si trovava da solo, si sarebbe rifugiato dentro il bar che in quel momento stava facendo le pulizie, sistemando tavolini e sedie in vista della chiusura. Una volta entrato avrebbe chiuso a chiave la porta e i senegalesi, che lo avevano rincorso, hanno iniziato a colpire la vetrata del locale per cercare di entrare.

Vista la confusione sono state chiamate le forze dell’ordine e sono intervenute sul posto due pattuglie dei carabinieri, di cui una di Porto Potenza. Ma una volta arrivati i militari, tutti i coinvolti si erano già dileguati, compreso il ragazzo aggredito che così non ha rilasciato motivazioni e racconti di quanto avvenuto. Sono tuttora in atto le ricerche per trovare il gruppo di senegalesi, il cui identikit è stato fornito alle forze dell’ordine da diversi testimoni presenti sul posto. Il locale coinvolto nella vicenda sembra invece intenzionato a denunciare il fatto, oltre a fare la conta dei danni che dovrebbero ammontare, all’incirca, a mille euro.

Botte in strada, sfondata la vetrina di un bar: caccia a tre senegalesi




2 pensieri su “Branco di senegalesi sfonda vetrina e circonda bar: “Vogliamo quell’italiano””

I commenti sono chiusi.