Il ‘Piano Cingolani’ svende l’Italia ai regimi afroislamici: più clandestini in cambio di gas inquinante e caro

Vox
Condividi!

Gas più caro, più inquinante e più pericoloso per le comunità che avranno la sfortuna di ospitare i famigerati rigassificatori. Tutto per fare un favore agli esportatori americani e legarci mani e piedi ai regimi afroislamici che ci mandano migliaia di clandetini.

Il cosiddetto ‘Piano Cingolani’ è un piano criminale e suicida. Una transizione verso il baratro che intende fare a meno del primo fornitore di gas italiano in pochi mesi.

Il premier Mario Draghi ha avviato accordi per diversificare le fonti di approvvigionamento di gas, instaurando un rapporto commerciale che fa dell’Algeria un partner di rilievo dell’Italia. Accordi che ci impediscono di rimandare gli stupratori e spacciatori algerini che assaltano la Sardegna indietro. Nonché permettono all’Algeria di rivendicare acque di competenza italiana.

Vox

Alle demenziali strategie sull’importazione si unisce l’idea di sostituire il gas pulito che arriva bello pronto con i gasdotti con quello liquefatto su navi inquinanti: per fare questo servono più rigassificatori, strutture che permettono di riportare al suo stato naturale il gas che viene reso liquido per essere trasportato via mare. Una volta riguadagno lo stato gassoso può essere inserito nella rete di distribuzione.

Tutto questo lavoro, ovviamente, oltre ad inquinare, impone un rialzo del prezzo del gas.

Oggi sono tre quelli attivi e il governo vuole implementarne altri quattro, due galleggianti e due su terra. Le popolazioni coinvolte non gradiscono, come dimostrano le manifestazioni ingaggiate dagli abitanti di Piombino, ma le popolazioni non contano, conta il volere di Washinghton.

Oltretutto, per rendere operativa una nave metaniera (ossia un rigassificatore galleggiante) possono servire fino a 18 mesi. Due inverni senza gas. Un gran piano.




2 pensieri su “Il ‘Piano Cingolani’ svende l’Italia ai regimi afroislamici: più clandestini in cambio di gas inquinante e caro”

  1. che è di questa città…..https //www
    milanotoday it/cronaca/mangia-supermercato-arrestato-rapina html
    “Un ragazzo di 18 anni, un cittadino algerino con precedenti”….alias immigrato clandestino , adesso manco migrante li definiscono…capite? il prox governo dovra’ cancellare la facolta di “scienzieh politicheh” ,,,

I commenti sono chiusi.