AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Marocchini si divertono a palpeggiare ragazze italiane e sfasciano volante

Vox
Condividi!

Nuovo episodio di violenza ai giardini a lago di Como. Ieri notte due uomini senza fissa dimora, di origine marocchina, hanno seminato terrore e scompiglio in una delle zone più turistiche ma anche più delicate di Como, poiché spesso teatro di episodi di cronaca.

I carabinieri sono intervenuti su segnalazione dei passanti: i due uomini stavano infastidendo alcune ragazze e minacciavano i presenti con cocci di bottiglia rotti.

All’arrivo dei militari, i due hanno dato in escandescenza. In particolare, uno era molto agitato, e sembrava sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Un’ipotesi rafforzata dal fatto che i carabinieri hanno poi trovato anche due dosi di cocaina.

I due erano ingestibili, e i carabinieri hanno chiamato in supporto i colleghi della polizia di stato. I due marocchini hanno iniziato a sferrare calci, rompendo il vetro posteriore di una volante e causando ferite a un agente giudicate guaribili in quindici giorni.

Sono stati arrestati per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che per il danneggiamento della volante. Sono stati portati in tribunale questa mattina per il processo per direttissima. Sono poi stati denunciati per porto abusivo di armi (i carabinieri hanno trovato due coltelli gettati a terra), e querelati per il palpeggiamento di una ragazza.




5 pensieri su “Marocchini si divertono a palpeggiare ragazze italiane e sfasciano volante”

  1. Il problema non sono i poliziotti che eseguono degli ordini, ma lady ovunque, cioè il ministro dell’interno e tutta quella cricca di magistrati politicamente ed ideologicamente corrotta, che di fatto vogliono a lungo andare , una guerra civile.

I commenti sono chiusi.