AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

007 avevano previsto tutto: “I figli degli immigrati sono una minaccia”

Vox
Condividi!

Il programma del Pd in caso di vittoria alle urne il 25 settembre è l’approvazione immediata dello ius soli. Una dichiarazione di guerra al nostro futuro.

Eppure, quanto accaduto nel Capodanno di Milano e Peschiera del Garda dimostra che le seconde generazioni di immigrati sono la più grande minaccia al nostro futuro.

Più dei loro padri. Perché ci odiano. Odiano la nostra residua ricchezza prodotta dai nostri padri. Odiano il nostro stile di vita perché lo invidiano. E perché secondo le leggi attuali, anche senza ius soli, diventeranno italiani.

Le notizie di violenze dei loro figli ai danni dei vostri si moltiplicano in tutta Italia. Quando sentite parlare di baby-gang, tranne rari casi, è di loro che stanno parlando:

Ragazzino massacrato da figli immigrati: ridotto in coma a calci in faccia

FIGLI IMMIGRATI MASSACRANO I FIGLI DEGLI ITALIANI: “ERANO SPIETATI, SAREI MORTO”

Ragazzini italiani accoltellati da figli immigrati: “Se non ci dai tutto ti sventriamo”

Sempre in piazza Duomo a Milano, il giorno prima degli stupri etnici:

Ragazzina italiana massacrata da figli immigrati a Milano in Piazza Duomo

Sono quei per distruggere la nostra società dall’interno:

Figli immigrati: siamo in Italia per distruggere le vostre città – VIDEO

E li paghiamo per vivere tra noi:

Figli immigrati ci costano 12 miliardi di euro: soldi tolti ai vostri figli per mantenere i fratelli di Ghali

Lo ‘ius carceris’.

Emergenza figli di immigrati: stuprano ma non possono essere espulsi, boom

L’emergenza criminalità giovanile degli stranieri non è solo cronaca. Ci sono i dati:

I minori stranieri sono stati condannati 6,7 volte in più dei minori italiani per i reati che riguardano i delitti contro la persona, addirittura 16 volte in più per violenza sessuale e 12,5 volte in più per violenza privata. I tribunali hanno emesso 12,1 volte più condanne nei confronti dei minori stranieri per il reato di furto semplice e aggravato tentato e 21,5 volte più condanne per il reato di falsità personale.

Come abbiamo detto più volte, non possono essere espulsi ‘grazie’ alla legge Zampa del Pd che impone il loro mantenimento fino alla maggiore età.

Sono questi figli di immigrati nati o cresciuti in Italia che Letta vuole rendere ‘italiani’. Le seconde generazioni sono la vera minaccia al futuro.

Per quanto ancora i partiti cosiddetti ‘sovranisti’ non si renderanno conto che la madre di tutte le battaglie è l’abrogazione dei famigerati ‘ricongiungimenti familiari’? Ci stanno riempiendo di criminali e scrocconi che poi, tra qualche anno, diventeranno ‘italiani’.

Sono i futuri persecutori dei vostri figli.

Figli immigrati padroni di Milano: assalti criminali contro i compagni di classe italiani

EMERGENZA SECONDE GENERAZIONI, FIGLI IMMIGRATI ODIANO ITALIANI E LI ACCOLTELLANO, SGOZZANO E MASSACRANO: “VOLEVO RUBARGLI IL FUTURO”

C’è una vera e propria emergenza immigrati di seconda generazione in Italia. Sono tra noi e vogliono ucciderci. L’odio, quello che secondo i media di distrazione di massa gli italiani riversano contro di loro sui social, è invece per loro una cosa reale da riversare contro di noi a coltellate. Alla schiena.

Il caso di Marta:

Ragazza accoltellata 20 volte da nigeriano, la madre dell’aggressore: “Tutta colpa della DAD”

Altre baby gang di figli di immigrati che andavano a caccia di italiani:

IUS SOLI, BABY GANG DI IMMIGRATI A CACCIA DI RAGAZZI ITALIANI – VIDEO

Ius Soli, presa baby-gang di immigrati che massacrava italiani: capo è uno stupratore di 15 anni, in galera ritrova il padre

Torino e Milano, lo scorso ottobre, le hanno devastate loro:

IMMIGRATI GUIDATI DALL’ESTREMA SINISTRA HANNO DEVASTATO TORINO – VIDEO

E prima di Malik era stata la volta di Said:

Said, lo sgozzatore ‘italiano’ ride e fa le corna – FOTO

Che aveva sgozzato il ragazzo italiano perché era felice e sorrideva. Quella felicità che lui, figlio di una coppia mista come Malik, non poteva ‘sentire’ perché uomo senza identità. Per questo odiava il ragazzo che rideva. Per questo, molti tra loro, nella loro incerta identità, ci odiano.

Gli 007 ci avevano avvisato:

007 lancia allarme seconde generazioni: “Minaccia concreta”

Il più grande intellettuale italiano ci aveva avvisato. Parliamo di Meluzzi. L’unico uomo di cultura italiano a non avere il timore di dire che cosa sta accadendo.

“La vicenda di Said Mechaouat, apparentemente acclimatato in Italia, che ha tagliato la gola a Stefano Leo in quanto bianco e felice, ci rivela un aspetto di ritualità ai confini con il satanismo e il pensiero magico che sono tipici di alcuni segmenti del mondo islamico. È un sistema di pensiero che da’ sfogo non solo all’aggressività derivante dalla apparente frustrazione sociale presente in questi soggetti ma crea una vera e propria strutturazione psicopatologica di tipo paranoide che, per esempio, abbiamo visto funzionare bene nell’Isis, ancorché pilotato da centrali spionistiche occidentali che hanno utilizzato attraverso i fanatici come i foreign fighters provenienti dalla Cecenia, dalla Bosnia e dal Kosovo, frustrazioni secolari.
In definitiva, anche tutto ciò che una ritualità aggressiva di origine satanica può arrecare con sé.

Trattasi di un pericolo imminente che alle nostre latitudini vedremo a breve, appena tutti coloro, anche delle seconde e delle terze generazioni, esprimeranno tutto l’odio che nutrono per la nostra civiltà, cultura, tolleranza, i nostri diritti civili. È paradossale che una certa cultura radical chic italiana esalti burqa e manifestazioni dell’estremismo islamico oppure che gli omosessuali difendano l’Islam senza rendersi conto che laddove l’Islam governa i gay vengono defenestrati dall’ottavo piano, come si è visto in molti video iracheni e siriani. Non ci si può mascherare dietro una psichiatria spicciola o catalogare questi eventi isolati in una civilissima categoria giurisprudenziale.

E le seconde e terze generazioni sono quelle delle banlieu parigine. Quelle del Bataclan. Sono loro, nutrendo odio per chi conosce se stesso, rispetto a chi è uno sradicato, a volerci uccidere.

Meluzzi: “Quando sgozzano un italiano non è mai razzismo” – VIDEO

Intanto condannano per strage Traini che non ha ammazzato nessuno. Per lui odio razziale. Per loro mai.

Le seconde generazioni sono il vero pericolo. I loro genitori, in gran parte, almeno fino agli ultimi anni, venivano per lavorare, e ringraziavano per il lavoro. Questi sono cresciuti con promesse che non possono essere mantenute: e diventano violenti. E se vedono un italiano felice, lo vogliono morto.

Si replica, in Italia, quanto avvenuto nelle banlieus francesi: è lo sradicamento e l’essere totalmente avulsi dalla società autoctona a renderli violenti. Non sono italiani, e non possono essere africani. Dare loro la cittadinanza, come vedete, non serve a nulla.

Solo a rendere impossibile la loro espulsione.




2 pensieri su “007 avevano previsto tutto: “I figli degli immigrati sono una minaccia””

  1. “Venne il proclama del «grido di fede incrollabile nei destini dell’Italia», cioè nell’esercito, e le cose mutarono di parecchio.
    […]
    il solo forse che non perdette mai la fiducia in noi combattenti fu proprio il nostro re
    [Vittorio Emanuele III], e ciò proprio perché egli conosceva profondamente l’anima del popolo italiano.
    Vengono ancora i brividi, quando si pensa alle scene che si sono svolte sotto i nostri occhi dopo la nostra disfatta dell’ottobre scorso. La paurosa fiumana di gente che scendeva verso la pianura dopo la rottura del fronte pareva una popolazione sfuggita ad un cataclisma apocalittico. Tutto pareva crollasse intorno a noi, pareva la fine di tutto…
    Bisognava avere una fede veramente incrollabile, mistica quasi, nei destini del nostro paese, per credere, in quel momento, che vi era ancora la possibilità di riprendersi, anzi addirittura di vincere.
    Eppure quel proclama di Peschiera ha potentemente contribuito a compiere il miracolo.

    Silvio Scaroni, Battaglie nel cielo, Longanesi & C., pagina 89.

    Che simmetria!

    Qualsiasi altro popolo, dopo Canne e dopo Caporetto, sarebbe stato annientato.

    Noi Italiani resistemmo all’annientamento, dopo il quale vi fu Zama e Vittorio Veneto, perché nei nostri cuori dimora la Martialitas Optima Maxima.

    Nessuna forza umana è capace di resistere alle armi italiche.

    Talmente marziali che sappiamo salvarci e trionfare anche sull’orlo della tomba. O già nella tomba.

    ”mansuescere corda
    nescia, pro Superi! et nil non immite parata
    gens Italum pro laude pati”
    “la stirpe degl’Italici non sa ammansire il proprio animo
    o Dei! e non c’è niente di atroce che non sia pronta ad affrontare per la gloria”

    Silio Italico, Le guerre puniche, versi 490-2.

I commenti sono chiusi.