AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Migrante irrompe in casa e appicca fuoco perché gli negano elemosina

Vox
Condividi!

Una tentata estorsione fortemente rifiutata dalla vittima, per altro connazionale dell’aggressore, si è trasformata nel preludio di atti violenti e criminali a Roma. Un ragazzo brasiliano si è macchiato di diversi atti illegali: dopo aver chiesto i soldi, infatti, il sudamericano si è scagliato con violenza contro il bersaglio colpendolo ripetutamente ed appiccando fuoco al materasso della casa nella quale si era introdotto.

Sono stati i poliziotti del Commissariato Porta Maggiore ad arrestare il brasiliano di 21 anni, gravemente indiziato dei reati di tentata estorsione, rapina aggravata, violazione di domicilio e di danneggiamento seguito da incendio. Il giovane, dopo aver scavalcato un cancello, si è introdotto nell’abitazione di un uomo, e minacciandolo con una bottiglia, pretendendo da questo la somma di 40 euro. Alla risposta negativa, il giovane lo ha aggredito colpendolo con un pugno e lanciandogli la bottiglia. Poi, non contento, ha dato fuoco ad un materasso uscendo poi dall’appartamento.

Solo grazie all’immediato intervento della Polizia di Stato e dei Vigili del Fuoco si è potuto evitare il peggio. Al sopraggiungere degli agenti, il sudamericano, con precedenti, è stato trovato seduto all’esterno dell’abitazione, in evidente stato di alterazione psicofisica, mentre proferiva insulti e minacce. Alla richiesta da parte degli agenti di dichiarare le proprie generalità, lo straniero ha reagito bruscamente, fuggendo e nascondendosi all’interno dell’appartamento in fiamme.

Vox

I poliziotti, però, sono riusciti ad entrare ed a bloccare il sospettato, che è stato quindi accompagnato fuori e trasportato presso gli uffici del commissariato per gli accertamenti del caso. Arrestato, dopo la convalida, il Tribunale ha disposto per il ragazzo il divieto di dimora nel Comune di Roma, limitatamente all’area appartenente al Municipio V.

Migrante irrompe in casa e appicca fuoco




2 pensieri su “Migrante irrompe in casa e appicca fuoco perché gli negano elemosina”

  1. Dalla Cina con furore sta arrivando il nuovo super Enipavirus, con una mortalità adirittura del 75% per gli infetti, dopo il quello scherzo del covid, che non conta nulla, la Cina sarebbe pronta a colpire l’occidente con un virus altamente patogeno con un livello da laboratorio di biosicurezza 4.

I commenti sono chiusi.