AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Malta espelle in Italia gli stupratori di cavalli: “Noi non li vogliamo”

Vox
Condividi!

Perché gli stupratori africani di cavalli vengono inviati da Malta in Italia?

Vox

Stupratore di cavalle chiede di tornare in Nigeria ma Lamorgese lo impedisce: lui uccide un uomo

Come avevano riportato il Times of Malta e altri siti locali, il 24enne nigeriano era stato condannato nel novembre 2020 per avere abusato sessualmente di una cavalla di una fattoria alla periferia di Gozo. Riconosciuto colpevole della raccapricciante accusa, era stato condannato a un anno di reclusione e alla successiva espulsione in Italia, in quanto prima nazione nella quale aveva presentato domanda d’asilo. Un episodio che rende l’idea delle condizioni psicofisiche del richiedente asilo nigeriano, come dichiara al Secolo d’Italia il legale di Omo, l’avvocato Nicola D’Archi, che denuncia l’assurda situazione che coinvolge anche la burocrazia italiana. “Il mio assistito voleva tornare in Nigeria. Aveva presentato lui stesso domanda in Prefettura per essere rimpatriato, ma non c’era riuscito”.




2 pensieri su “Malta espelle in Italia gli stupratori di cavalli: “Noi non li vogliamo””

I commenti sono chiusi.