AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Il PD candida il leader delle milizie africane Aboubakar Soumahoro

Vox
Condividi!

Non è solo la candidatura di un non italiano – qualunque cosa dica il suo passaporto non ci interessa -, ma una candidatura palesemente razziale. Siamo alla razzializzazione del voto. Preludio della guerra razziale.

Aboubakar Soumahoro sarà candidato dagli estremisti di Fratoianni e Speranza in coalizione con il Pd. Il personaggio è noto per essere il leader delle milizie di clandestini africani e membro del sindacato sotto inchiesta USB. Ogni voto a lui sarà anche un voto per il Pd che sta favorendo la nascita di milizie etniche nel territorio con lo sbarco continuo di clandestini.

Aboubakar Soumahoro ha offeso gli italiani, deve essere espulso

Il Pd è sempre più un movimento estremista.

Fratoianni, noto habitué delle navi ong e garante della nave del pregiudicato Casarini, altro estremista di sinistra, si dice ‘orgoglioso’.

VERIFICA LA NOTIZIA

Non a caso, secondo i Servizi italiani la principale minaccia del terrorismo interno si ha proprio nella saldatura tra estrema sinistra e immigrati, da utilizzare come teppisti: un po’ come in epoca romana i patrizi utilizzavano gli schiavi contro i plebei

E’ quanto si legge in un report dei servizi segreti al Parlamento, preparato dal Dis, del 2019.
Ma, essenzialmente, i punti principali sono l’allarme terrorismo islamico, con il pericolo clandestini-terroristi:

Servizi lanciano allarme terroristi sui barconi: “138 immigrati islamici ‘italiani’ con Isis”

L’avanzata delle mafie straniere, in particolare quella nigeriana, ‘grazie’ ai traghettamenti dalla Libia.

E la saldatura tra estremisti di sinistra e immigrazione, con il tentativo di assoldare carne da cannone tra gli immigrati.

In difficoltà per il mancato ricambio generazionale, gli italiani non se li filano più, l’estrema sinistra punta sull’arruolamento della popolazione straniera: “L’eterogenea galassia dell’antagonismo si è distinta soprattutto per il tentativo di superare una persistente tendenza alla “parcellizzazione delle lotte”, così da dare maggiore compattezza al fronte della contestazione. In tale quadro, ha assunto specifico rilievo strategico, nelle progettualità antagoniste, il coinvolgimento nelle mobilitazioni della popolazione straniera, ritenuta, in particolare dai segmenti più oltranzisti, un bacino di reclutamento “capace di produrre conflitto”.

Capito?

Pd e soci non devono perdere. Devono essere spazzati via.




5 pensieri su “Il PD candida il leader delle milizie africane Aboubakar Soumahoro”

  1. Li candida la Lega i ne(g)ri alle elezioni, e non li candida l’estrema sinistra? Sarebbe strano il contrario…

I commenti sono chiusi.