AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Letta: Se vinco, subito cittadinanza a immigrati e bambini ai gay

Vox
Condividi!

Nell’intervista dopo la fuga del sor Calenda, il leader del Pd enuncia le priorità di un suo ipotetico governo dopo il 25 settembre: cittadinanza a tre milioni di immigrati attraverso lo ius scholae e bambini ai gay col Ddl Zan.

Letta: “con Meloni e Salvini si rischiano drammatici passi indietro, già immagino Pillon ministro della Famiglia. E invece noi confermiamo l’impegno su Ius Scholae e Ddl Zan”.

Il ddl Ius scholae, come dimostrato dai fatti di Peschiera del Garda, è lo stupro etnico collettivo del popolo italiano. Il Pd vuole istituzionalizzare le nuove Marocchinate.

Per Letta, difendere l’identità italiana è un male. Quindi lavora per destrutturare questa identità dando le vostre figlie in pasto ai suoi nuovi elettori. I ‘nostri giovani’ li ha definiti l’altro piddino Delrio.

I meticcionisti vogliono assassinare il Popolo Italiano, mediante il versamento dello sperma di africani e asiatici, al fine di crearsi un popolo di elettori.

Vogliono rendere irreversibile una condizione di estraniamento.

E vogliono farlo sia attraverso l’annacquamento dell’identità etnica di un popolo che con la promozione della cosiddetta fluidità sessuale. Non devi sapere chi sei, o sei un cittadino. Loro vogliono sudditi.

Vox

La folle pervicacia con cui il Pd tenta in ogni modo di approvare lo ius soli mascherato dimostra una cosa sola: vogliono un genocidio con altri mezzi. Il mezzo è l’immigrazione.

I pervertiti, i cuckold dell’accoglienza, esaltano il ‘meticciato’. Vescovi, presunti intellettuali e politici.

E’ un progetto genocida. L’equivalente moderno della Conferenza di Wannsee. Solo che, questa volta, i nuovi nazisti, l’élite corrotta al potere, non mira alla soluzione finale contro un popolo, ma contro tutti i popoli. Non più attraverso lo sterminio, ma attraverso il ‘meticciato’.

Siamo in presenza non, di un progetto politico, ma di una nuova religione, unica e globale, che non mira più soltanto alle anime, ma anche all’identità biologica dell’individuo. Non vuole convertire, come tutte le religioni monoteistiche mirano naturalmente a fare, ma mutare l’individuo sul piano biologico: in modo che non possa esserci più alcuna resistenza alle Globalizzazione.

Il loro obiettivo, e si può intravedere anche nei finanziatori delle Ong come Soros, è la creazione di una umanità senza identità. Una massa ‘marrone’ razzialmente indistinta, sessualmente confusa e quindi intellettivamente incapace di ribellarsi. Ma attenzione: loro, l’élite, non si mischieranno. Rimarranno razzialmente puri e domineranno, come da secoli avviene in Sudamerica, una società globale mulatta.

Devono essere fermati. Tutti i popoli devono ribellarsi a questa Soluzione Finale.

Per questo è essenziale che il Pd non solo esca sconfitto dalle urne, ma che esca annichilito.




9 pensieri su “Letta: Se vinco, subito cittadinanza a immigrati e bambini ai gay”

  1. Il colpaccio per la dx sarebbe l’introduzione dello ius sangugnius in costituzione, così da blindare per sempre o quasi qualunque tentativo di abrogazione da parte dei pidioti.
    La storia dei decreti sicurezza insegna…

    1. Credo che ci sia nel pd strategia volta a far vincere il cdx, in modo da far cadere su di loro una responsabilità di governare una Italia attraversata dalla più grande crisi economica degli ultimi decenni.
      E si rischia che l’Italia per resa di un governo venga commissariata per essere governata dal solito governo ombra.
      Dovremmo aspettare la caduta di Washington e iniziare a muoverci facendo accordi con Russia e Brics
      Bisogna essere carogne o per dirla alla maniera anglosassone, “badass”.
      Ma all’orizzonte vedo più “good guys” che “badasses”.

      1. Washington cadrà da sola, dobbiamo solo attendere la Seconda guerra civile americana, che a quel punto si trasformerà, io credo, in guerra civile europea e forse mondiale, perché ci sarà la ‘ue’ che vorrà sostenere africani, meticci, gay, lgbt al potere, ed una parte di Europa che vorrà sostenere i conservatori americani.
        Anche a livello mondiale lo schieramento non è scontato.
        E’ vero che russi, cinesi, e in generale gli ‘altri, hanno tutto l’interesse a vedere trans al potere, a vedere l’unità nazionale spezzata degli stati occidentali, ma è anche vero che stanno sperimentando, sulla loro pelle, che costoro poi usano il molock delle forze armate tecnologiche, per minacciarli.
        I conservatori, invece, visto che ormai non puntano più all’imperialismo, dopo i tanti danni subiti nelle proprie patrie, se ne stanno tranquilli entro i confini a leccare ferite che forse saranno inguaribili per i prossimi secoli.
        Per dirla molto chiaramente: rimpatriare 50 milioni di ‘afrodiscendenti’, come li chiamava qualcuno, non sarà un’impresa breve, né semplice, neppure se ci fosse l’universale volontà politica. Figuriamoci, come è, il contrario.

        1. Marte Ultore, il destino degli Stati Uniti è molto più tenebroso.

          Si realizzerà quanto prevedesti in un commento di molti mesi fa:
          i Cinesi inteverranno militarmente colla scusa di fermare i massacri.

          Useranno i negri come quinta colonna?

          1. Useranno negri e bianchi traditori.

            Il generale Mark Milley intrattiene intelligenze coi Cinesi.

            La società bianca nordamericana è putrescente; molti bianchi schiereransi con negri, cicani e cinesi.

      2. Io sogno un’alleanza Roma – Atene -Gerusalemme in funzione antiislamica, in particolare antiturca.
        Dovremmo avvicinarci anche alla Serbia in funzione antianticroata e antialbanese.

        Sogno che un presidente italiano e un presidente greco s’incontrino in Cheronea, il paesino di Plutarco, per stringere alleanza.

    2. Concordo, JoshuaG.
      Bisognerebbe anche ingegnarsi e revocare centinaia di migliaia di cittadinanze.

  2. Se gli danno i propri figli, nessun problema. Del Rio ne ha dieci, qualcuno lo può fare adottare? 😠😠😠😠😠😠

I commenti sono chiusi.