AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Firenze in mano agli immigrati: massacrano passanti e turisti

Vox
Condividi!

Il nucleo operativo dei carabinieri di Firenze ha fermato un 18enne albanese e ha denunciato un 17enne connazionale perché indiziati di rapina aggravata in concorso ai danni di un turista francese 18enne. Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 4.30 di mattina del 4 agosto i due, insieme ad altri due complici, si sarebbero avvicinati al turista che in quel momento si trovava in piazza Duomo. I quattro giovani l’avrebbero quindi circondato aggredendola con calci e pugni alla testa e alle altre parti del corpo. Dopo aver subito la violenza, al ragazzo è stato anche rubato lo smartphone, una carta di debito e duecento euro in contanti. Gli aggressori si sarebbero poi dileguati a piedi per le vie del centro di Firenze, lasciando il 18enne inerme a terra. Per il turista francese è stato necessario l’intervento del 118 che gli ha prestato le cure mediche necessarie viste le contusioni riportate.

VERIFICA LA NOTIZIA

I carabinieri hanno continuato nelle ricerche degli altri due complici che sono stati trovati nella notte tra domenica e lunedì mentre si aggiravano per le vie del centro affollate da turisti e da altre potenziali vittime. I due giovani, un 25enne rumeno ed un 18enne albanese, sono stati dunque fermati in esecuzione di un provvedimento disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica, dott.ssa Ester Nocera, che aveva assunto la direzione delle indagini. Il minore denunciato è stato collocato presso una locale struttura di accoglienza. I tre maggiorenni fermati, già noti alle forze di polizia, sono stati invece condotti alla casa circondariale di Firenze-Sollicciano, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

E notte di paura alle Cascine dove si è consumata l’ennesima aggressine, stavolta sembra per un movente di rapina. Ieri sera, 7 agosto, poco prima di mezzanotte, davanti alla sala bingo di viale degli Olmi, è stato trovato a terra, esanime, un peruviano di 23 anni con diverse ferite da taglio al volto e una più profonda nella schiena che gli ha perforato un polmone all’altezza di una scapola.

Vox

Secondo ricostruzioni della polizia , avrebbero agito almeno tre aggressori i quali hanno rapinato il portafoglio alla vittima. In base a valutazioni medico legali, al volto è stato ferito con arma da taglio, ma alla schiena dovrebbero averlo colpito con un cacciavite o un punteruolo.

Dal peruviano, che oltre che ferito era in stato di alterazione, non è stato possibile al momento avere una versione dei fatti. Il 23enne è stato ricoverato in ospedale dove ha avuto una prognosi di 30 giorni. Indagini in corso.