AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Piddini respinti da Calenda diventano stalker e lo minacciano sui social

Vox
Condividi!

Perculati da Calenda, nel loro folle tentativo di mettere insieme tutto e il contrario di tutto, i piddini reagiscono con la rabbia di chi ha perso l’unico salvagente rimasto.

«Ho ascoltato. Mi pare da tutto quel che ha detto che l’unico alleato possibile per Calenda sia Calenda. Noi andiamo avanti nell’interesse dell’Italia». Lo scrive su Twitter, tra il sarcasmo e il dramma. I dem sono all’angolo, la loro lotta per le poltrone sta andando a rotoli. Quindi nelle risposte alternano rabbia, veleno e insulti contro il leader di Azione. Bettini gli dà dello spregiudicato e dell’inaffidabile.

«Non mi sarei aspettato una tale mancanza di serietà da parte di Calenda. Rompendo l’alleanza dà una grande mano alla destra che guarda a Putin e Orban. Il Pd sarà comunque più forte di questi egoismi e di questa cialtroneria», afferma Zan. «Da Calenda», rimarca Piero Fassino, «una decisione irragionevole e foriera solo di esiti negativi. Ora occorre proseguire sulla strada intrapresa da Enrico Letta: unire le tante energie del Paese».

«Mi pare di capire che la voglia di Calenda di costruire qualcosa di serio e credibile per il Paese per battere le destre, fosse inversamente proporzionale alla grandezza del suo ego». Così su Twitter Stefano Vaccari, del Pd. Debora Serracchiani incalza: «Calenda ha cambiato idea. Noi consideriamo il suo ripensamento incomprensibile e sconsiderato. Eviti però di motivarlo assegnando patenti di serietà, coerenza, rispetto dei patti».

La realtà è che la sinistra è in Italia culturalmente minoritaria. Rappresenta, ad essere generosi, il 25 per cento degli italiani. Tentare di mettere dentro tutti non dà una alternativa, è solo un patetico tentativo di ridurre la sconfitta certa. Col rischio che la coperta diventi sempre più corta.

La verità è che il Pd non ha mai vinto una elezioni in questo millennio. Ed è sempre andato al governo con golpe di palazzo.




3 pensieri su “Piddini respinti da Calenda diventano stalker e lo minacciano sui social”

I commenti sono chiusi.