Civitanova dimostra che in Italia ci sono troppi africani

Vox
Condividi!

I fatti di Civitanova ci dicono una cosa, evidente a chiunque abbia più neuroni di Di Maio: in Italia ci sono troppi africani, gli autoctoni hanno superato il limite della sopportazione.

Si deve partire infatti da un presupposto ineludibile: se il nigeriano non avesse molestato – ancora non è chiaro fino a dove si è spinto, e saranno le indagini a dirlo – la fidanzata dell’italiano, sarebbe ancora vivo. Doveva morire per questo? No, ma non doveva nemmeno essere in Italia.

Ci sono orde di africani che passano le giornate a rincorrere donne e anziani con la pretesa di soldi. Le città italiani sono diventate invivibili. Non sorprende che uno pò meno controllato di altri reagisce in modo eccessivo.

Sono troppi. E delinquono troppo:

Civitanova, cosa ci fanno i nigeriani in Italia? Commettono 14mila crimini l’anno

Solo oggi:

IMMIGRATI VIOLENTANO DONNA SUL TRENO E PESTANO POLIZIOTTI: “NON POTETE FERMARCI”

Vox

AFRICANO STUPRA DONNA SVENUTA IN STRADA A ROMA: LA SPOGLIA E VIOLENTA

Africani massacrano poliziotti sul treno: costole rotte, sono fuori controllo

E dobbiamo liberarci da questo delirante senso di colpa collettivo che i pervertiti dell’immigrazione vogliono instillarci: se qualcuno uccide un africano che molesta la propria donna, noi non siamo colpevoli di nulla. Lo è, semmai, chi permette ai nigeriani di venire in Italia come se fosse la Nigeria.

Non è normale che in Italia vivano milioni di africani. Come non sarebbe normale che in Nigeria vivessero milioni di italiani. Abbiamo il diritto alla nostra terra. E il dovere di combattere per difenderla.

La nostra terra è coma la nostra donna: molestata, ogni giorno, da milioni di loro. Ognuno di loro che sbarca è uno stupro.




4 pensieri su “Civitanova dimostra che in Italia ci sono troppi africani”

  1. Siamo precipitati in un abisso molto più terrificante di quello di Edipo.

    Noi, lucidi parricidi, allo straniero stiamo facendo stuprare la nostra Madrepatria .
    Volontariamente.
    Il matricidio è l’obiettivo di quasi tutti i partiti (prima che arrivasse Salvini, anche della Lega).

    Edipo fu annientato dal destino, noi ci stiamo autoannientando.

    Perché abbiamo eretto la statua al matricida e bisuxoricida Nerone?
    Siamo matricidi.
    Odiamo le donne.
    Siamo mostri di crudeltà.

  2. Enrico Letta, Sergio Mattarella, Emma Bonino, Eugenio Scalfari (aderì ai Guf), Mattia Feltri, Guido Barbujani, Marco Aime e tutta la loro compagnia hanno progettato a tavolino lo stupro di nostra Madre Italia , l’annientamento totale della Terra dei Padri.

    Ricordiamo che i germi del meticcionismo sono in Berto Ricci, in Benito Mussolini, in ultim’analisi: nell’universalismo .

    Gli universalisti sono distruttori.
    Non si può più uccidere versando sangue perché abbiamo perduto le virtù militari e perché ci sono le bombe atomiche?
    Allora si uccida versando l’altro liquido impuro!

    Cane, Nero!

    Nerone cantava e suonava sull’incedio dell’Urbe!
    Noi eiaculiamo sullo stupro della Madrepatria.

    La libidine di Nerone!
    La libidine di Amon Goeth!
    All’ennesima potenza!!!

I commenti sono chiusi.