AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Ragazzina stuprata da africani in centro accoglienza, Comune: “Non sappiamo dove metterli”

Vox
Condividi!

Ancora sullo stupro di gruppo di Genova nel centro accoglienza:

Minori nordafricani stuprano 16enne in centro accoglienza a Genova

Vox

Una ragazzina di 16 anni ha denunciato di aver subito una violenza sessuale da parte di un gruppo di giovani, ospiti di una struttura per minori stranieri non accompagnati a Genova.

VERIFICA LA NOTIZIA

La vittima si è confessata prima con le operatrici del centro e poi con la polizia che ha arrestato i quattro presunti violentatori. La Procura per i minorenni in mattinata ha chiesto la convalida della misura sulla base del materiale raccolto dalle volanti.

Ora spetterà al giudice per le indagini preliminari stabilire se esistono gravi indizi di colpevolezza. La 16enne è ricoverata in ospedale al Galliera e sono in corso le visite mediche per accertare eventuali lesioni fisiche.

La violenza di gruppo sarebbe avvenuta fuori dal centro di accoglienza dove, fino a qualche giorno fa, erano ospitati i due egiziani e i due tunisini ora fermati. L’episodio è stato denunciato il giorno dopo la vicenda avvenuta in corso Italia. Dove in spiaggia un 17enne rifugiato e ospite di una struttura a Castelletto, al mare con alcuni compagni della residenza, ha baciato contro la sua volontà una 13enne, bloccandola contro un muro.

In queste settimane, tensioni ed episodi di micro criminalità hanno visto coinvolti minori non accompagnati residenti a Genova. L’assessore ai servizi sociali Lorenza Rosso, la scorsa settimana durante un tavolo tecnico a Tursi, ha invocato l’aiuto del Governo per creare una struttura di prima accoglienza e ricevere decisioni dall’alto perché il Comune da solo non può farcela.




4 pensieri su “Ragazzina stuprata da africani in centro accoglienza, Comune: “Non sappiamo dove metterli””

  1. Portateli alla più vicina discarica comunale,anche abusiva,naturalmente dopo un passaggio in un forno inceneritore.

I commenti sono chiusi.