Francia nazionalizza l’Enel francese mentre Draghi svende l’Italia agli angloamericani

Condividi!

Effetto sanzioni alla Russia.

Lo Stato francese vuole rinazionalizzare al 100% Edf, il gigante dell’energia: lo ha annunciato la prima ministra Elisabeth Borne nel suo discorso di politica generale davanti al Parlamento.

“Vi confermo oggi – ha detto Borne – l’intenzione dello stato di possedere il 100% del capitale di Edf.

Questa evoluzione consentirà a Edf di rafforzare la sua capacità di portare avanti al più presto possibile progetti ambiziosi e indispensabili per il nostro futuro energetico”.




4 pensieri su “Francia nazionalizza l’Enel francese mentre Draghi svende l’Italia agli angloamericani”

  1. Il problema qui è un altro, la Francia vuole diventare la centrale elettrica di tutta Europa, ovviamente nucleare. E noi a pagare. Ma non è solo questione di soldi, è questione che se urti i francesi, poi rimani al buio, ergo, ne diventi servo.
    Serve il nucleare italiano, ma i nostri traditori, soprattutto i filofrancesi, non sembrano preoccupati, tanto a noi basta il turismo, il nostro petrolio, dicono, mentre le produzioni strategiche, come energia, materie prime, industria pesante, demonizzate dal punto di vista ambientale, vengono regalate agli stati vicini, tanto, rimane tutto nella ‘famiglia’ europea, dicono sti delinquenti.

    1. Se la gente si svegliasse,la maggior parte dei c.d. giornalisti domani starebbe col piattino in mano.

I commenti sono chiusi.