AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Il portiere russo di hockey firma contratto negli Usa: arrestato per diserzione

Vox
Condividi!

Il portiere russo di hockey su ghiaccio Ivan Fedotov voleva disertare e volare negli Stati Uniti. È stato arrestato per elusione del servizio militare. Aveva da poco firmato un contratto da oltre un milione di euro con i Philadelphia Flyers della National Hockey League statunitense, ma come riportano i media russi è stato invece arrestato a San Pietroburgo.

Se c’è una cosa che rimpiangiamo dell’Est è il trattamento verso gli sportivi e chiunque volesse uscire per andare all’estero a guadagnare dopo avere sfruttato l’educazione locale per arrivare dove era arrivato.

Vox

E’ un po’ quello che fanno i medici che studiano gratis in Italia e poi vanno a lavorare negli Usa, dove per diventare medico avrebbero dovuto spendere centinaia di migliaia di euro. Non si fa. Non siamo individui indipendenti, ma animali sociali che dipendono dagli altri.

I funzionari della polizia e dell’esercito hanno dato il via a una vera e propria caccia all’uomo per rintracciare Fedotov, su richiesta della procura militare, che lo accusava di essersi sottratto al servizio militare. Il venticinquenne aveva intenzione di lasciare il suo club russo, il Central Sport Club of Army (CSKA), per poter giocare negli States. Il CSKA è un club di hockey su ghiaccio dell’esercito russo e i suoi membri sono ufficialmente considerati personale militare. Pertanto, la risoluzione dei contratti da parte dei membri della squadra può essere considerata illegale.




4 pensieri su “Il portiere russo di hockey firma contratto negli Usa: arrestato per diserzione”

I commenti sono chiusi.