Golpisti vogliono rimandare le elezioni per approvarsi lo ius scholae

Condividi!

Se si vota, da scadenza naturale, a Marzo, non c’è alcuna possibilità che l’eventuale approvazione del ddl ora alla Camera arrivi al Senato in tempo. Se invece si votasse come vogliono loro a giugno sarebbe ancora improbabile ma non del tutto escluso. Se invece rimandassero con qualche scusa, allora è un altro discorso. E allora qualcuno di noi dovrebbe mettersi alla guida della limousine verso il Palazzo.

Perché, visto il risultato della passate amministrative, non vota subito a marzo? Perché tirare per le lunghe?

https://video.ilgiornale.it/sites/default/files/video/2022/06/29/minzolini_2906.mp4

Perché in realtà le hanno perse. E perché più tardi si vota e meno gente vota, che è l’unica possibilità che hanno di non perdere truccando magari i voti come accaduto già nel 2013.

Ius Scholae, Letta vuole dare la cittadinanza italiana agli stupratori di Peschiera

E poi, si sa, se rimandano le elezioni, possono approvarsi lo ius scholae e crearsi legioni di nuovi elettori.

Lo Stato italiano è uno Stato illegale dal ’43. Siamo sotto occupazione americana, di fatto una colonia. Le istituzioni non sono che fantocci americani.

E il piano americano per l’Europa è trasformarci in una colonia ideale attraverso l’immigrazione e il meticciamento. Senza identità diventi il loro suddito perfetto.

Anche per questo dobbiamo guardare a Est.




3 pensieri su “Golpisti vogliono rimandare le elezioni per approvarsi lo ius scholae”

  1. Anche per quesrto dobbiamo guardare ALLE NOSTRE MANI, prima che a “messia” da fuori, ovunque siano! O credete che Vlad non vorrebbe nulla in cambio?

I commenti sono chiusi.