Arrivano coi barconi e stuprano le donne: è jihad sessuale

Condividi!

Lo smembramento di Pamela, lo stupro post mortem di Desirée e quello lungo tre mesi di Ancona, ci ricordano che stiamo importando bestie feroci tra pecore addomesticate, il risultato è un’ondata di stupri etnici. Di ragazzi che vengono sgozzati per strada perché ‘felici’.

I rifiuti umani di cui trattano la notizie degli stupri etnici che stanno devastando l’Europa e l’Italia da quando è iniziata l’invasione, vengono da zone del mondo molto diverse dalle nostre. Dove lo stupro di massa è la norma, dove la donna è oggetto.

Sbarcano e stuprano:

7 immigrati arrivati col barcone circondano ragazzina per stuprarla: liberi perché sono minorenni

Alcuni di loro, inseriti in quel contesto, magari nemmeno stuprano. Perché in una società, come in un ecosistema, si crea un equilibrio: e in società dove l’istinto è brutale, anche le punizioni lo sono.

Là il potenziale stupratore prima di alzarsi la ‘sottana islamica’ pensa anzitutto a cosa gli farebbero i parenti della vittima, se lo beccano; perché sono di quella società pure loro, e almeno al momento giusto pure loro sono barbari. Perché “ci vuole un barbaro per punire un barbaro”.

Poi, questi ‘individui’ salgono sui barconi e vengono in Italia. In Italia, dove anche se arrivi illegalmente, senza uno straccio di documento, ti mettono in un hotel, e ti danno la paghetta, oltre a tutti i diritti dello stato sociale, verso i quali non avresti alcun diritto ( visto che non è beneficenza il welfare, come qualche idiota ancora non ha compreso, e non può reggere, se viene elargito all’universo mondo, al di fuori della comunità di riferimento che lo ha creato e lo sostiene con le tasse).

E qui (dove non ti sei portato moglie o ragazza, perché sei solo un arrivista in cerca di fortuna in terra d’altri e non fuggi da guerre che non esistono) vedi le europee e per te sono tutte nude. Prede. Oggetti da possedere.

Ed è normale, quando dal medio evo (non il nostro, ma il loro) vieni catapultato nella modernità: perdi i tuoi punti di riferimento morali. Perdi il timore di venire punito.

Non comprendi, perché il tuo QI è quello che è, che un sorriso gentile non è, come sarebbe nel tuo contesto, un invito allo stupro.

Poi, questi italiani ti riforniscono di tutto, perché non anche delle loro figlie? Sono così ‘buoni’, terribilmente buoni.

E allora perché, tu, ‘profugo’, devi frenarti? Tu gli italiani li odi, perché sono più ricchi di te, perché sono degli infedeli.

E le loro terre benestanti le vuoi, le loro donne le vuoi, non sei certo venuto perché magari sei una sorta rifugiato politico…quello solo quegli idioti che votavano sinistra possono crederlo veramente. E in effetti, li disprezzi anche perché sono tanto idioti. Tanto idioti da fidarsi di te.

E allora gli istinti più profondi si possono liberare senza freni. Nessuno ti punirà. Non come se fossi a casa tua.

Se ti va male? Ti mettono al massimo, qualche anno, in una prigione. Poi esci, e si ricomincia. In pratica, non è un gran cambiamento rispetto all’hotel in cui stavi prima: mangi, bevi e dormi a spese degli italiani.

Nel frattempo, col tuo atto hai anche lanciato un messaggio. Hai avanzato un diritto: e altri stanno venendo per imitarti.

Devono essere fermati. Loro e quelli che li fanno sbarcare: quasi sessantamila dall’inizio dell’anno. Ieri sera:

PESCHERECCIO CON 400 CLANDESTINI SI INCAGLIA A POZZALLO: CROCEROSSINE CORRONO A PRENDERLI – FOTO

Con le buone, ormai, non è più possibile. Su ogni barcone c’è almeno uno stupratore:

Numeri choc: su ogni barcone c’è almeno 1 potenziale stupratore – VIDEO

Insieme a spacciatori e prostitute. Ecco chi traghettate in Italia, voi sedicenti militari.

Jihad sessuale: la ragazza stuprata da un profugo arrivato col barcone – VIDEO




Un pensiero su “Arrivano coi barconi e stuprano le donne: è jihad sessuale”

  1. la donna è oggetto.

    Ascoltate molto attentamente:
    Milano: le “seconde generazioni” e quell’integrazione che non c’è – Ore 14 del 20/01/2022
    ://youtu.be/BrkBxcAAk9A?list=PLjS69dH2o1Pmv4tclxiqNvkaV91QxSP35

I commenti sono chiusi.