Torna il virus della Polio in Europa: trovata nelle fogne di Londra

Condividi!

Chissà come è tornata la Polio in Europa. Con tutti questi virus, non frulla a nessuno in testa che il problema non siano i virus ma il comune denominatore che li origina? Ovvero il movimento sconsiderato di persone da un continente all’altro?

Il virus della polio torna a bussare alla porte dell’Europa, a Londra. Un primo ‘caso’ dopo quasi 40 anni. La Uk Heath Security Agency (Ukhsa), in collaborazione con la Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (Mhra), ha trovato il poliovirus nei campioni di acque reflue raccolti dal London Beckton Sewage Treatment Works nel Nord e nell’Est della metropoli inglese.

Con ucraini epidemie di morbillo, poliomielite e covid: rifiutano tutti i vaccini e governo non li impone

L’ultimo caso di forma selvaggia della poliomielite nel Regno Unito risale al 1984 e il Paese è stato dichiarato ‘polio-free’ nel 2003. Secondo l’Ukhsa, “è normale ogni anno che vengano rilevati da uno a 3 poliovirus ‘simili al vaccino’ nei campioni di acque reflue del Regno Unito. Questi ‘casi’ sono però collegati a persone vaccinate all’estero con il vaccino orale (Opv), le cui tracce finiscono poi attraverso le feci nelle fogne”.

Le indagine sono ancora in corso, ma diversi poliovirus sono stati trovati tra febbraio e marzo durante i campionamenti delle acque reflue. “Il virus ha continuato a evolversi ed è ora classificato come un poliovirus di tipo 2 (Vdpv2) derivato da un vaccino che in rare occasioni può causare malattie gravi, come la paralisi, in persone che non sono completamente vaccinate”, avverte l’Ukhsa.

Secondo gli esperti, è probabile “che ci sia stata una certa diffusione del virus nella zona Nord ed Est di Londra tra persone collegate e ora rileviamo il ceppo di poliovirus di tipo 2 attraverso le loro feci”. Infatti ad oggi a Londra non sono stati segnalati casi di polio con paralisi, ma “le indagini puntano a stabilire se si sta verificando una trasmissione nella comunità”, chiarisce la Ukhsa.

Secondo Vanessa Saliba, epidemiologa dell’agenzia, “il poliovirus di derivazione vaccinale è raro e il rischio per le persone in generale è estremamente basso”. La maggior parte della popolazione del Regno Unito è protetta dal virus della polio perché vaccinata durante l’infanzia, “ma in alcune comunità con bassa copertura vaccinale alcune persone potrebbero essere a rischio”.

Quando la tua epidemiologa si chiama Saliba, il tuo sindaco Khan, e il ministro degli interni come loro, hai un grosso problema.

Ma, dicono, il problema siano i russi. Soliti inglesi.




3 pensieri su “Torna il virus della Polio in Europa: trovata nelle fogne di Londra”

  1. Da est arrivera’ la purga a queste mostruosita’, la Federazione Russa ristabilira’ l’ordine e il Presidente Putin avra’ le redini della quasi totalita’ del pianeta.
    Non mi spaventano queste stronzate, la Z sara’ un marchio a fuoco sull’europa e finalmente il mondo tornera’ normale.
    Chiunque si oppone alla Federazione va annientato, solo la Federazione puo’ salvare i valiri che questi demoni stanno distruggendo.
    Quando sara’ il momento ogni patriota dovra’ combattere nel nome di Putin, l’unica speranza x la razza umana e’ lui e tutti i suoi alleati che poi sono anche nostri.
    Se vogliamo ristabilire la realta’ come la conoscevamo e’ imperativo mettersi al servizio dell’unico vero leader mondiale e combattere sotto la sua bandiera.
    Quando vinceremo l’africa cessera’ di essere un problema, non saranno ammesse perversioni e la tecnologia sara’ usata x il bene di tutti e non x schiavizzare le masse.
    Putin lo sta dimostrando, sta agendo, e’ il condottiero che Dio ha scelto e bisogna suppirtarlo anche a costo della vita.

I commenti sono chiusi.