Senegalese tenta di strozzare controllore, una furia sul tram

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ieri pomeriggio la Polizia di Stato ha sottoposto a fermo per identificazione e denunciato un cittadino senegalese di 23 anni per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, rifiuto di declinare le proprie generalità e interruzione di pubblico servizio.

Intorno alle 15.00 sono arrivate alcune chiamate sulla linea di emergenza 112Nue, che segnalavano un uomo che stava aggredendo dei controllori alla fermata della tramvia “Statuto”.

Le volanti della Questura di Firenze sono subito intervenute nell’omonima via, trovandosi di fronte un uomo in escandescenza che ha anche lanciato una penna di plastica contro gli agenti; tuttavia non appena il cittadino straniero si è avvicinato ai poliziotti in maniera aggressiva è stato subito bloccato.

Sulla base di quanto ricostruito, a farne le spese dell’aggressione sarebbero stati quattro controllori incaricati della verifica dei titoli di viaggio a bordo dei mezzi pubblici delle Autolinee Toscane.

Proprio durante uno di questi controlli, il cittadino senegalese sarebbe stato sorpreso a bordo del tram, senza mascherina di protezione individuale e non avrebbe mostrato alcun biglietto.

A questo punto, invitato a scendere dal convoglio, avrebbe colpito i quattro controllori con calci e pugni, afferrandone uno addirittura per il collo.

L’aggressione sarebbe poi proseguita in strada fino al tempestivo arrivo delle volanti della Polizia.

Al momento le vittime avrebbero riportato lievi escoriazioni, ma l’episodio ha avuto anche conseguenze sul servizio di trasporto pubblico, rimasto interrotto per un considerevole lasso di tempo.

“Esprimiamo solidarietà ai controllori di Gest che ieri sono stati aggrediti da un 23enne del Senegal soltanto perché gli avevano riferito di dover indossare la mascherina a bordo della tramvia fiorentina e gli avevano chiesto il biglietto. Ci auguriamo che l’ambasciatore del Senegal in Italia, Papa Abdoulaye Seck, esprima quanto prima la propria solidarietà ai controllori fiorentini.

Abusivo arrestato, ambasciatore Senegal: sindaco Pd mi ha promesso di punire i vigili

Ricordiamo che l’ambasciatore, lo scorso aprile, si fece promotore di una manifestazione contro una presunta Firenze razzista e per chiedere lo scioglimento del reparto antidegrado della municipale. Considerando che la vendita abusiva di merce è un reato, i vigili urbani fiorentini si erano limitati a fare il loro dovere.

Oggi, per l’ennesima volta, un connazionale di Papa Abdoulaye Seck ha infranto le nostre leggi. Speriamo che oltre la solidarietà, arrivino anche le scuse dell’ambasciatore per il comportamento del 23enne.

Inoltre, questa è l’ennesima aggressione ai danni dei lavoratori della società di trasporti fiorentini e toscani. E’ chiaro che i governi che si sono succeduti a Palazzo Vecchio e alla Regione non sono più in grado di garantire l’incolumità di questi lavoratori. La questione sicurezza esiste, è inutile nascondersi dietro a un dito, ed è connessa all’arrivo incontrollato di cittadini extracomunitari totalmente disinteressati al rispetto delle nostre leggi”. Lo dichiarano Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano, assieme ai consiglieri comunali FdI Alessandro Draghi e Jacopo Cellai.




2 pensieri su “Senegalese tenta di strozzare controllore, una furia sul tram”

  1. Fiorentini avete votato PD. Vi sta bene, tenetevi i senegalesi belli stretti. Magari la prossima volta qualcuno di voi ci lascia le penne. Aspettiamo con fiducia. Andrà tutto bene 🌈🌈🌈

  2. Cazzo ce ne facciamo del nucleo anti degrado della polizia locale, sessantenni con la panza che si lasciano allegramente cagare in testa dalle scimmie negre.
    In italia abbiamo bisogno di un nucleo autonomo anti negro, che li sopprime sistematicamente.

I commenti sono chiusi.