Tutte le navi straniere scaricano in Italia: Fico e Mattarella invocano più sbarchi

Condividi!




5 pensieri su “Tutte le navi straniere scaricano in Italia: Fico e Mattarella invocano più sbarchi”

  1. Spiace non si sia capito ciò che sta dietro. Certo, vogliono sostituire i popoli europei, il loro obiettivo è creare una razza meticcia entro il 2100, al massimo, così ne potranno godere almeno i loro nipoti, di questi criminali.
    Ma ora, con la guerra in Ucraina, che hanno capito essere guerra di civiltà, vogliono accelerare i tempi.
    Soprattutto, gli serve carne da cannone per i campi di battaglia e da triturare nelle fabbriche e nei campi.
    I bianchi si sono dimostrati abbastanza proni con il terrore della pandemia, che era reale a differenza di quanto dicano certi individui, tipo i sciechimicari e terrapiattisti annessi, ma è stata usata per testare le capacità di sopportazione della popolazione.
    Hanno visto che, sì, gli europei se intimoriti, e indottrinati, rispondono. Ma se è facile fargli eseguire gli ordini facendoli stare a casa, tra le comodità, tutto sommato, minacciando la loro salute personale e dei cari, diventa molto più difficile spingerli a combattere i fratelli bianchi europei russi, anche se in nome di altri bianchi europei, gli ucraini, ed in nome di fumosi ‘diritti’, che ormai anche i sassi hanno capito che favoriscono in primis gay, femministe, trans, elité economiche, e via dicendo.
    Quindi servono necri. Loro non si pongono tante domande, sono giovani, incattiviti, pronti a tutto se gli dai le armi, si farebbero russe, ucraine, o europee dove si trovassero a passare, che siano vincitori o sconfitti in fuga. Non combatterebbero per ideali, per sfogarsi e ottenere beni materiali. Denaro, oggetti, immobili, donne, ecc. Tutti istinti molto bassi, diremmo, che però mantengono, e sempre manterranno il loro appeal per giovani uomini testosteronici, almeno finché non riusciranno a sostituire la necessità di carne da cannone, bianca o nera che sia, con il duro metallo dei robot.

I commenti sono chiusi.