AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Arrestati altri immigrati islamici a Genova: volevano strage come Charlie Hebdo

Vox
Condividi!

A Genova azione contro terroristi pachistani. Un’azione che fa seguito ad alcune notizie inquietanti diffuse nei giorni scorsi circa la “propaganda Isis” in tutta Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ben 14 immigrati sono stati fermati dalla polizia di Stato. L’obiettivo, una cellula composta da cittadini pachistani. Un gruppo che operava sia nel nostro che in altri Paesi europei, e legata a doppio filo con un altro gruppo, chiamato “Gabar”. Quest’ultimo aveva contatti con Zaheer Hassan Mahmoud, 27 anni, ovvero uno dei terroristi che nel settembre del 2020 attaccò la ex sede del giornale satirico Charlie Hebdo a Parigi, ferendo anche due persone.

Vox

A condurre l’operazione, sia la Digos di Genova che il Servizio per il contrasto all’estremismo e terrorismo, un mezzo utilizzato dalla Polizia di Stato. Supporto ulteriore anche dagli Uffici antiterrorismo di Spagna e Francia, entrambi coordinati dall’European Counter Terrorism Centre di Europol. Ultimamente nel nostro Paese il “respiro” dell’Isis sembra più forte del solito, come testimoniano anche le ultime vicende sulla propaganda dello “Stato islamico” diffusa sul cosiddetto “dark web” in tutta Italia.

Credono di risolvere una questione demografica con arresti di pochi immigrati: servono espulsioni di massa, nell’ordine di almeno 1 milione di individui. E subito il blocco dei ricongiungimenti familiari. Nonché il ritorno allo ius sanguinis integrale: o sarà impossibile espellere i terroristi islamici. Perché non saranno più pakistani, ma ‘italiani’.




Un pensiero su “Arrestati altri immigrati islamici a Genova: volevano strage come Charlie Hebdo”

  1. Beh le galere le terranno solo aperte per chi si oppone a questa invasione, oppure vale anche per chi si comporta così?

I commenti sono chiusi.