L’audio segreto che svelerebbe i piani di Pechino per riprendersi Taiwan – VIDEO

Condividi!

PER ESSERE CHIARI: E’ MOLTO PIU’ CINESE TAIWAN DEL TIBET. I VERI INVASORI DELL’ISOLA SONO, SEMMAI, GLI ATTUALI ABITANTI CINESI CHE L’HANNO SOTTRATTA AGLI INDIGENI. INDIGENI ORMAI MINORITARI COME I PELLEROSSA IN AMERICA. L’ISOLA E’ QUINDI UN TERRITORIO ABITATO DA CINESI CHE HA FATTO LA SECESSIONE ALLA FINE DELLE SECONDA GUERRA MONDIALE, QUANDO L’ESERCITO NAZIONALISTA CINESE SCONFITTO DAI COMUNISTI SI ERA RIFUGIATO SULL’ISOLA CON CON POPOLAZIONE AL SEGUITO.

QUINDI LA CINA NON FAREBBE ALTRO CHE FARE QUELLO CHE LINCOLN FECE COI SUDISTI.

Un presunto audio twittato da Jennifer Zeng, un’attivista cinese per i diritti umani, secondo quanto riferito, mostrerebbe funzionari militari cinesi che discutono dei piani per invadere Taiwan.

Secondo quanto riferito, il video di 57 minuti su YouTube mostrerebbe una riunione top-secret di comandanti militari cinesi che discutono della “transizione dello stato di guerra” per quanto riguarda la pianificazione militare e la mobilitazione contro Taiwan.

Non c’è nulla di ‘esplosivo’. Si sa che la Cina pianifica di riprendersi la propria isola. Da sempre. Vox si aspettava un attacco in contemporanea a quello contro l’Ucraina.

I comandanti nel video/audio clip si sentono dire di “attuare risolutamente gli ordini del comitato centrale del partito, il presidente Xi e portare a termine con decisione la missione nel Guangdong per garantire le risorse per ottenere una vittoria strategica e decisiva”.

“Non esiteremo a iniziare una guerra, schiacciare l’indipendenza di Taiwan e le trame dei forti nemici e difendere risolutamente la nostra sovranità nazionale e l’integrità territoriale”, afferma.

“Questa è il Comitato Centrale del Partito, la principale decisione strategica del segretario generale Xi Jinping di coordinare il quadro generale degli affari interni e internazionali”.

Il video di YouTube pubblicato da Zeng è diventato virale con esperti che esaminano gli obiettivi dichiarati della Cina di annettere Taiwan. Tuttavia, non è ancora verificato ed è al vaglio di varie agenzie di sicurezza.

Il video si intitola: “Incontro di mobilitazione bellica dell’EPL e della provincia del Guangdong” ed è classificato come “registrazione top secret”. Descrive in dettaglio la “mobilitazione” in sei grandi città nel delta del Fiume delle Perle e il principale dispiegamento del 74° gruppo dell’esercito come “supporto chiave”.

“In termini di focalizzazione sulla mobilitazione, dobbiamo coordinare le due aree dello Stretto di Taiwan e del Mar Cinese Meridionale”, si sente dire il comandante.

La discussione rivela anche i comandanti pronti a schierare onde ultracorte, telefono satellitare Tiantong-1 per stabilire comunicazioni mobili in movimento compreso l’uso di 140.000 dipendenti, 953 navi di vario tipo e 1.653 unità di vari equipaggiamenti senza pilota compreso l’uso di droni.

I comandanti intendono utilizzare 38 aerei, 588 vagoni ferroviari e 19 strutture civili tra aeroporti e moli come parte del piano di mobilitazione per “offrire pieno supporto alla battaglia decisiva nello Stretto di Taiwan”.

Nel video, i comandanti hanno in programma di “mobilitare organizzazioni cinesi d’oltremare e cinesi d’oltremare per partecipare attivamente al sostegno” delle operazioni militari.

Il piano prevede una “brigata di difesa del mare” incentrata sulla “regione del delta del fiume Pearl per prevenire il caos”.

Jennifer Zeng ha affermato che l’incontro ha avuto luogo il 14 maggio ed era “top secret” mentre informava che “secondo le regole del PCC e dell’EPL, chiunque osi divulgare informazioni su questo incontro è soggetto a morte”.




4 pensieri su “L’audio segreto che svelerebbe i piani di Pechino per riprendersi Taiwan – VIDEO”

  1. I cinesi puntano a prendersi taiwan con la vittoria del partito filocinese che foraggiano e che ha il 40% dei consensi. L’occupazione militare è una opzione estrema che li interessa poco. La loro miglior arma per conquistare taiwan è il danaro.
    Ovviamente se ci riuscissero, metterebbero le mani sul 90% dei prodotti microelettronici del mondo.

    1. L’unico motivo che li spingerebbe ad una opzione militare sarebbe per privare il mondo di microchip.

    2. I Cinesi non tollerano che esistano testimoni della loro arretratezza tecnologica e non solo, le più importanti dottrine politiche sono state concepite in Europa.

      Non tollerano che noi europei siamo più avanzati di loro in molti ambiti, non tutti.

      S’inventeranno una storia sinocentrica.

      Sono i Cinesi il faro dell’Umanità.
      Sono i Cinesi gli scopritori del mondo.
      Sono i Cinesi ad aver fatto progredire l’Europa ferma al Medioevo.
      Anzi, i Cinesi hanno tirato fuori gli Europei dalle caverne.
      I Cinesi sono nati per comandare.

      Il regime imperiale considera i suoi stessi sudditi peggio dei cani, figuriamoci come considera gli stranieri, figuriamoci come considera gli stranieri verso cui provano un incandescente rancore.

      Le unioni interrazziali, che noi tolleriamo – ancora per quanto? – i Cinesi ce le ricorderanno quando saranno i nostri padroni.. . . e chissà per quanto tempo lo saranno. . .chissà quanto tempo servirà per mandarli via dalle nostre città, per espellerli dal Pireo.. . . intanto ci cambieranno profondamente??

I commenti sono chiusi.