Mohammed sbarcato a Lampedusa ha violentato bimba di 10 anni

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Vi raccontiamo la storia di Mohammed, uno dei tanti clandestini che sbarcano ogni giorno a Lampedusa. Come sappiamo, molti di loro commettono reati appena arrivati, sulla stessa isola. Comprese violenze e molestie.

Lui, marocchino 28enne, aspettò di arrivare a Ventimiglia per violentare una bimba di 10 anni.

All’africano venne contestato il reato di violenza sessuale aggravata, rintracciato pochi minuti dopo l’episodio avvenuto di sera a Ventimiglia. E ne riparliamo oggi, non solo perché è importante non dimenticare, ma anche perché, da quanto ci risulta, non è mai stato espulso. 

Proprio come il somalo di Rimini. Come altri milioni di criminali che sciamano, giorno e notte, nelle nostre strade.

Furono i Carabinieri a trovarlo, da solo ed a poca distanza dal luogo dall’accaduto.

Dai successivi accertamenti emerse che il marocchino era arrivato pochi giorni prima a Lampedusa e dopo breve tempo si era diretto a Ventimiglia con l’intenzione di andare oltre confine, in Francia. Non prima di prendersi qualche ‘soddisfazione’.

L’immigrazione è uno stupro di massa. Sono le Marocchinate 2.0




Un pensiero su “Mohammed sbarcato a Lampedusa ha violentato bimba di 10 anni”

I commenti sono chiusi.