Tre immigrati la riempiono di droga e poi stuprano ragazzina con problemi mentali

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Un kosovaro di 27 anni, un ‘italiano’ di seconda generazione di origine nordafricana di 23 anni e un marocchino di 25 anni sono accusati di violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazzina che all’epoca dei fatti, nel settembre 2020, aveva 16 anni.

Titolare dell’inchiesta è il pm Roberto Piccione che, come riporta il ‘mattino di Padova’, aveva chiesto l’archiviazione del procedimento penale, ritenendo che non ci fossero sufficienti elementi per chiedere il processo a carico dei tre indagati. Di opinione diversa il gip Elena Lazzarin che ha chiesto di formulare un capo d’imputazione in quanto vi sarebbero elementi sufficienti per demandare a un giudice (il gup) il compito di decidere se rinviare o meno a processo i tre. L’udienza preliminare si terrà il prossimo 4 luglio.

La violenza si sarebbe consumata nella notte tra il 5 e il 6 settembre 2020: la ragazzina (residente nell’alta Padovana, ndr), che soffrirebbe di un disturbo affettivo, si vede con due dei tre imputati a Padova e nel corso dell’incontro tutti assumo droga. In balia degli stupefacenti tra i tre ci sarebbe anche stato un rapporto sessuale. Subito dopo torna verso casa ed è qui che incontra il terzo indagato: con lui avrebbe fatto sesso fino all’alba.

A cinque giorni dall’accaduto la minore si presenta dai carabinieri e denuncia lo stupro da parte dei tre.




Un pensiero su “Tre immigrati la riempiono di droga e poi stuprano ragazzina con problemi mentali”

  1. Società svirilizzata con l’affossamento del patriarcato, e queste sono le conseguenze. Elementi di sesso maschile provenienti da fuori, da contesti in cui il patriarcato è ancora in vigore. Così spadroneggiano tranquillamente e commettono ogni genere di violenze.

I commenti sono chiusi.