Un corso per diventare checche come quelli di sinistra

Condividi!

Meglio gli alpini.




4 pensieri su “Un corso per diventare checche come quelli di sinistra”

  1. Io farei dei corsi di trombologia sessuale con decente Rocco Siffredi,al fine di evitare di fare diventare finocchi gli italiani,e dare loro virilità persa con le donne……Altro che “il culo è la figa di domani”.

  2. La delicatezza, la dolcezza e la sensibilità verso il genere femminile sono espressione di virilità. Ma in qui non si tratta di questo, ma di voler a tutti costi rendere tutti gli uomini zerbini delle donne. E soprattutto effemminati.

    Che poi se vogliamo l’uomo occidentale di razza bianca, grazie al marxismo culturale imposto dalla cupola mafiosa aschenazita nelle nostre società, che ha pilotato le rivoluzioni del ’68 e del ’77, è già di per sé svirilizzato nel suo complesso. Mentre invece contestualmente, la donna bianca è stata mascolinizzata nel senso peggiore del termine. Resa prepotente, arrogante, dissoluta nei costumi e nella sessualità, ed emulatrice del genere maschile nelle cose peggiori, come i vizi.

    L’uomo bianco di oggi, oltre che essere svirilizzato, reso omuncolo, è infantile e irresponsabile. Quando si sposa e mette su famiglia, non è capace di esercitare autorità all’interno della famiglia di cui sarebbe il capo. Si lascia sopraffare dalla moglie e dai figli, e i risultati nella nostra società nel suo complesso si vedono, e sono davvero sconcertanti. Soprattutto per quel che concerne le figlie femmine. L’assenza del patriarcato le rende puttanelle già da adolescenti. Quindi questo corso serve solo ad aggravare la situazione del genere maschile occidentale odierno ancora più grave di quella che è effettivamente è.

I commenti sono chiusi.