Il piano eversivo delle Ong: migliaia di clandestini per rovesciare l’Italia

Condividi!

EVERSORI CRIMINALI AL SOLDO DI POTENZE STRANIERE assediano i porti italiani con 600 invasori a bordo:

Ma è solo l’ultimo assalto.

Dietro la maschera del buonismo, le ong nascondono la natura antifascista della propria crociata che mira a “cambiamenti politici radicali”. Anche ribaltando le leggi nazionali

Quello delle Ong è l’altra faccia delle violenze antifa negli Usa. Lì usano il ‘razzismo’ come grimaldello per scardinare la società, qui usano i clandestini. L’obiettivo è sempre il solito: usare i ‘negri’ per destrutturare le società occidentali:

Non è un caso se i servizi rilevavano la principale minaccia interna nella saldatura tra estrema sinistra e immigrati, da utilizzare come teppisti: un po’ come in epoca romana i patrizi utilizzavano gli schiavi contro i plebei

E’ quanto si legge in un report dei servizi segreti al Parlamento, preparato dal Dis, del 2019. Li portano con le navi ong per poi usarli contro di noi.

E le Ong non hanno mai nascosto la loro natura e i loro obiettivi politici:

Senato eversivo consegna l’Italia agli stranieri, Open Arms: “Nostro obiettivo sconfiggere Salvini” – VIDEO




3 pensieri su “Il piano eversivo delle Ong: migliaia di clandestini per rovesciare l’Italia”

  1. Ai sovversivi delle ong bisognerebbe fare quello che Gneo Pompeo ha fatto ai pirati (benché Cicerone lo abbia criticato nel De officiis, asserendo che conferì loro l’immunità) oppure quello che Marco Licinio Crasso fece ai seguaci di Spartaco.

    L’Italia è afflitta da un’atrocissima penuria uirorum, per dirla con Cicerone.

Lascia un commento