Russia: se Finlandia in NATO scatteranno ritorsioni

Condividi!

La Russia sarà costretta ad adottare misure di ritorsione se la Finlandia entrerà a far parte della NATO, ha affermato il ministero degli Esteri.
Il dipartimento diplomatico ha osservato che l’intenzione delle autorità finlandesi di chiedere immediatamente l’adesione all’alleanza era un cambiamento radicale nella politica estera del Paese, che per decenni ha aderito a una politica di non allineamento militare.

“La Russia sarà costretta a intraprendere misure di ritorsione, sia di tipo tecnico-militare che di altra natura, al fine di fermare le minacce alla sua sicurezza nazionale che insorgono a questo proposito”, ha sottolineato il ministero degli Esteri.
I diplomatici hanno definito la NATO l’obiettivo di continuare ad espandersi ai confini della Russia e di creare un altro fianco di una minaccia militare per il nostro paese.

“Ma perché la Finlandia dovrebbe trasformare il suo territorio in una frontiera di confronto militare con la Federazione Russa, perdendo l’indipendenza nel prendere le proprie decisioni, la storia lo giudicherà”, ritiene il ministero degli Esteri.

Hanno aggiunto che la decisione di Helsinki causerebbe gravi danni alle relazioni tra i due paesi, oltre a mantenere la stabilità e la sicurezza nel nord Europa . Inoltre, sarà una violazione diretta degli obblighi legali internazionali della Finlandia, principalmente il Trattato di pace di Parigi del 1947, nonché il Trattato russo-finlandese del 1992.

“Tuttavia, dato l’attuale atteggiamento indifferente dell’Occidente collettivo nei confronti del diritto internazionale, tale comportamento è diventato la norma”, ha concluso il dipartimento.




Un pensiero su “Russia: se Finlandia in NATO scatteranno ritorsioni”

Lascia un commento