Nigeriano violenta ragazzina uscita da scuola, ma non è un alpino

Condividi!

Quindi la notizia non interessa. Come le altre migliaia di stupri che commettono tutto l’anno i loro migranti. Molto meglio discutere di alpini alticci che fanno complimenti per strada.

Stava effettuando alcune compere in un supermercato di Rivoltella del Garda (Brescia), dopo la fine delle lezioni, quando è stata avvicinata e molestata da un uomo che, dopo averle rivolto alcune frasi oscene ha anche allungato le mani per palpeggiarla.

Sconvolta, la ragazza ha intercettato una pattuglia dei carabinieri allertata per uno scippo nel parcheggio del negozio: gli uomini dell’Arma hanno raccolto la testimonianza della ragazzina, minorenne, e si sono messi sulle tracce del presunto molestatore, rintracciato a poca distanza. L’uomo, un nigeriano sui trent’anni, alla vista dei militari, ha opposto resistenza ed è stato arrestato e condotto in caserma dove è stato poi identificato dalla vittima, che ha sporto denuncia.
Il 30enne africano è indagato per violenza sessuale aggravata nei confronti della minorenne.

Rivoltella, molestata al supermercato: fermato un 30enne nigeriano




3 pensieri su “Nigeriano violenta ragazzina uscita da scuola, ma non è un alpino”

Lascia un commento