Macron intervenne per far squalificare i Maneskin a Eurovision 2021

Condividi!

Governanti che si occupano di concorsi canori. L’Occidente deve collassare.

«Ho ricevuto tanti messaggi sul mio telefonino – anche uno dal presidente francese Macron – che mi dicevano che i Maneskin dovevano essere squalificati all’Eurovision dell’anno scorso». A riportare la clamorosa rivelazione alla BBC è il commentatore francese della kermesse Stephane Bern.

L’anno scorso nel mirino, dopo alcune foto che lo ritraevano con la testa china su un tavolino, era finito il leader del gruppo Damiano David, accusato di aver sniffato cocaina. Una circostanza smentita dal diretto interessato, che precisò di non aver mai fatto uso di sostanze dicendosi pronto al test e risultando poi effettivamente negativo.
In quei momenti frenetici, però, come rivelato da Bern, si mosse persino l’Eliseo anche per difendere l’artista francese in gara, Barbara Pravi, arrivata seconda. “Ricordo che fu subito un gran casino – ha spiegato -. Ho ricevuto tanti messaggi sul mio telefonino che mi dicevano che i Maneskin dovevano essere squalificati”. “‘Fai qualcosa, per favore’ mi scrisse – ha raccontato ancora riferendosi a Macron -. Certamente non dimenticherò è che mi fu chiesto di interrompere l’Eurovision per volere del presidente”.
Il commentatore francese ha aggiunto quindi che “anche il ministro francese per gli affari europei, che era a Rotterdam per il concorso, mi ha inviato messaggi dicendo: “Cosa dovremmo fare? Per favore, fai qualcosa”.




3 pensieri su “Macron intervenne per far squalificare i Maneskin a Eurovision 2021”

Lascia un commento