Migrante pesta poliziotti: “Italiani di merda, piscio dove mi pare”

Condividi!

Insulti, minacce e botte. Un immigrato di 39 anni, un cittadino tunisino irregolare e con precedenti, è stato arrestato l’altra sera a Milano dopo aver aggredito gli agenti durante un normale controllo in strada.

VERIFICA LA NOTIZIA

I poliziotti, stando a quanto ricostruito dalla questura, hanno cercato di identificarlo poco dopo le 22, in via Maspero, dopo averlo sorpreso a urinare in strada. Il 39enne, che era anche in possesso di una bomboletta di spray al peperoncino, ha però cominciato da subito a offendere gli uomini in divisa e ha lanciato contro di loro uno zaino e il suo documento d’identità.

All’arrivo di una seconda volante, la situazione è ulteriormente peggiorata e l’arrestato ha cercato di ribellarsi aggredendo a calci e gomitate i poliziotti, che alla fine lo hanno ammanettato e bloccato. È accusato di resistenza a pubblico ufficiale.

“Poliziotti italiani di merda, piscio dove mi pare”, sarebbe la frase, una delle tante, urlata dall’immigrato ai poliziotti secondo quanto abbiamo potuto apprendere. Purtroppo nessun media locale riporta lo riporta quindi non possiamo confermarlo.




Un pensiero su “Migrante pesta poliziotti: “Italiani di merda, piscio dove mi pare””

I commenti sono chiusi.