Censurata la guerra per l’indipendenza italiana per non turbare gli ucraini

Condividi!

Quindi combattere per la nostra indipendenza non va bene, ma questo potrebbe turbare gli ucraini. Castrazione.

Non sarà il Covid ma i venti di guerra che soffiano sull’Europa ad annullare la rievocazione della battaglia di Magenta del 4 giugno 1859. Lo ha fatto sapere la Pro loco, che da decenni organizza la rievocazione, con la partecipazione di figuranti dei vari eserciti impegnati nello scontro che decise la Seconda Guerra di Indipendenza, in appendice ai momenti ufficiali di commemorazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Abbiamo sempre sostenuto che raccontare dei Magentini del 1859, spettatori e vittime di un evento tragico, potesse servire a noi, Magentini di oggi, a condannare l’uso della forza come elemento risolutivo. Oggi ci chiediamo se tutto questo non possa essere frainteso o risultare, addirittura, oltraggioso. Per questo, ritenendo fuori luogo e irrispettoso per chi vive questi momenti con grandi sofferenze, mostrare armi, divise e, con aria di festa, far echeggiare spari, si è decido di annullare la Rievocazione Storica”.




4 pensieri su “Censurata la guerra per l’indipendenza italiana per non turbare gli ucraini”

  1. Da qualche parte nel mondo ci sono sempre state guerre: recentemente Iraq, Afghanistan, Siria e molte altre. Nessuno si è mai fatto problemi. Oggi ci preoccupiamo del risentimento degli ucraini. E le vittime delle guerre yankee? era giusto che venissero ammazzate?

I commenti sono chiusi.