Tornano i 35 euro al giorno per gli ucraini: stipendio mensile di 1.000 euro in vitto, alloggio e paghetta

Condividi!

E alla fine lo stipendio da profugo per gli ucraini sarà di circa 1.000 euro al mese in vitto, alloggio e paghetta. Per gli enti autorizzati, è previsto un contributo di circa 35 euro al giorno per ogni ucraino ospitato. A tanto ammonta il bonus che verrà girato dai contribuenti alle solite coop che ospiteranno gli ucraini. Quasi il doppio di quanto prende un pensionato al minimo.

Al momento, su 101.204 ucraini entrati in Italia, fa sapere il Viminale, circa 70mila hanno chiesto protezione (mantenimento) al nostro Paese: 65mila domande in base alla normativa Ue, le restanti invece richieste di asilo, protezione speciale o altro.

VERIFICA LA NOTIZIA

La seconda condizione è non alloggiare già in strutture pubbliche o convenzionate: al momento, già 10mila sono gli ucraini ospitati nei centri d’accoglienza straordinaria (Cas) o del Sistema accoglienza e integrazione (Sai) del ministero dell’Interno e un’altra quota presso il famigerato Terzo settore.

Gli altri 90mila alloggiano presso familiari o conoscenti. Le donne sono finora 52.308, bambini e ragazzi 36.247, gli uomini adulti 12.649. I minori non accompagnati ammontano a 3.143, di cui 2.600 vivono con familiari e altri 500 in strutture autorizzate dal Tribunale dei minorenni. Le principali città di destinazione dichiarate sono ancora Milano, Roma, Napoli e Bologna.

E ora battono cassa e vogliono lo stipendio mensile di 300 euro. Invece, per l’accoglienza diffusa (calcolata per un massimo di 15mila ucraini e che verrà attuata dai Comuni e dagli enti del Terzo settore) la spesa prevista è di oltre 142 milioni di euro.

I bandi per gli enti. Anche la raccolta delle manifestazioni d’interesse, da parte di enti e associazioni, è avvenuta attraverso una piattaforma della Protezione civile. Al momento, si è conclusa con 48 offerte per un totale di 26.412 posti messi a disposizione. Per gli enti autorizzati, è previsto un contributo di circa 35 euro al giorno per ogni ucraino ospitato.