SENTENZA EVERSIVA: CLANDESTINI POSSONO DIROTTARE NAVI IN ITALIA PER NON ESSERE RESPINTI IN LIBIA

Vox
Condividi!

La vicenda è questa:

SENTENZA EVERSIVA CASSAZIONE: CLANDESTINI POSSONO DIROTTARE NAVI IN ITALIA PER NON ESSERE RESPINTI IN LIBIA

Ennesima delirante ed eversiva sentenza della magistratura italiana. Che dimostra una volta per tutte l’estrema necessità di depotenziarla e porla sotto la tutela della sovranità popolare. E’ ora di finirla.

Quindi la ‘nostra’ magistratura disarma totalmente le frontiere italiane e permette ai clandestini di sequestrare navigli per arrivare in Italia. Questa è eversione. Il prossimo governo nazionalista deve ribaltare la magistratura: non è pensabile che la politica di sicurezza ed estera del Paese finisca per essere decisa da un paio di toghe di estrema sinistra. Basta.

Vox

VERIFICA LA NOTIZIA

AVEVANO dirottato il rimorchiatore Vos Thalassa che li aveva recuperati. Due immigrati che si erano opposti al ritorno in Libia e vennero accusati di resistenza a pubblico ufficiale. Ne nacque un processo con la procura che sostenne l’accusa. In appello vennero condannati.

Ma adesso la Corte di Cassazione ha riformato la sentenza con cui la Corte d’appello di Palermo li aveva condannati per i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

I due delinquenti prelevati dal rimorchiatore Vos Thalassa si erano opposti al rimpatrio in Libia a bordo dello stesso mezzo. Il giudice per le indagini preliminari di Trapani aveva ritenuto la condotta legittima difesa “poiché i due giovani, fuggiti dall’inferno libico, avevano agito al fine di salvare sé e gli altri naufraghi dal rischio di patire nuove, gravissime lesioni dei diritti alla vita, alla integrità fisica e sessuale, a tutela della loro prerogativa di essere portati in un place of safety e di ottenere protezione internazionale”.

La Corte d’appello di Palermo, il 3 giugno del 2020, aveva riformato la sentenza di assoluzione e condannato i due alla pena di tre anni e sei mesi di reclusione e 52.000 euro di multa ritenendo l’approccio del giudice di primo grado “ideologico” sul rilievo che “tali problematiche devono trovare adeguata soluzione nell’unica sede a ciò deputata, ossia quella politica del confronto interstatuale”.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Suprema Corte ha invece ribaltato tutto.

Migranti sequestrano nave che li ha salvati: “Vogliamo andare in Italia”




3 pensieri su “SENTENZA EVERSIVA: CLANDESTINI POSSONO DIROTTARE NAVI IN ITALIA PER NON ESSERE RESPINTI IN LIBIA”

  1. Questo paese è da resettare, a cominciare dalla magistratura.
    Sentenze eversive mettono in pericolo l’incolumità degli italiani che si vedono arrivare orde di criminali in casa.

I commenti sono chiusi.