Sharia in Italia, musica vietata in scuole e ronde islamiche. Imam a italiani: “State zitti”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
In Italia ormai vige la Sharia. Ronde di immigrati islamici impongono la legge di Maometto nei quartieri:

Ronde Sharia in Italia, cristiani accoltellati da islamici: casi a Roma e Torino

Nelle scuole ci pensano i docenti progressisti:

Musica vietata in scuola italiana su richiesta studenti musulmani: “Viola il Ramadan”

Sul caso della musica vietata a scuola su imposizione di due invasori musulmani, studenti che un giorno già con l’attuale legge diverranno ‘italiani’, interviene anche il capo dei musulmani in Italia.

Il presidente dell’Unione delle comunità islamiche d’Italia, longa manus dei Fratelli Musulmani in Italia, tal Yassine Lafram, ha spiegato che «i cardini del ramadan sono fondamentalmente che non si mangia e non si beve dall’alba al tramonto», mentre le «raccomandazioni» per il Ramadan riguardano la preghiera, le invocazioni e la lettura del Corano.

Per Lafram, dunque la vicenda non doveva essere resa pubblica per evitare di esporre «anche i ragazzi a enfasi o polemiche pretestuose».




4 pensieri su “Sharia in Italia, musica vietata in scuole e ronde islamiche. Imam a italiani: “State zitti””

    1. No,basterebbe un buon fucile di precisione silenziato e privo di matricola…Una pallottola piazzata in testa agli imam e se occorre anche al resto dei luridi islamici.Poi vedi come abbassano la cresta.

I commenti sono chiusi.