Migrante non vuole donne sul ‘suo’ bus e le prende a bottigliate

Condividi!

Due donne ferite nel giro di pochi minuti nel quartiere Cava da un giovane straniero bloccato, dopo la seconda aggressione, da una Volante della polizia. Mattinata di paura in via Tevere dove diversi testimoni hanno assistito a due episodi di violenza al momento incomprensibili ad opera dello stesso giovane appena sceso dall’autobus che fa capolinea sulla strada. Mentre l’autista scendeva per una pausa in attesa della ripartenza del mezzo alcune donne sono entrare sull’autobus per prendere posto: il giovane, armato di una bottiglia, si è avvicinato a una di loro, anche lei straniera, e l’ha colpita con il vetro. Un gesto incomprensibile, i testimoni infatti hanno riferito che tra i due non era avvenuto nessun alterco.

Non le vuole sul bus e le prende a bottigliate

Il giovane si è quindi spostato a piedi dal luogo della prima aggressione e ha incontrato un’altra donna, anche in questo caso non italiana, e con la bottiglia rotta l’ha colpita a una gamba. Pochi istanti dopo l’aggressione una Volante della polizia ha visto la donna ferita e il giovane ancora nei pressi, che corrispondeva alla descrizione fatta da chi aveva assistito all’episodio sull’autobus. Gli agenti hanno poi bloccato il giovane straniero e lo hanno portato in Questura.

Ormai i bus li paghiamo solo per portare a spasso loro.




Un pensiero su “Migrante non vuole donne sul ‘suo’ bus e le prende a bottigliate”

  1. E poi cosa gli faranno? La commissione Segre si può applicare oppure sta sempre a fare bella mostra di sé sul rotolo della carta igienica?
    Lady ovunque, la violenza non è percepita, la violenza è subita. Scenda dal suo trono dorato e poi vada a farsi un giro in autobus, treno pendolari o quant’ altro, senza scorta armata, poi mi saprà dire se questo è vivere e saper amministrare uno stato. Io sono agricoltore ed il concime lo uso al momento del bisogno, l’Italia invece è stata trasformata,grazie anche al suo operato, nella letamaia del mondo, dove tutti la usano “per i propri bisogni”.

I commenti sono chiusi.