Stop gas russo, Draghi: “Se Ue lo decide noi obbediamo”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

“Ma la situazione si sta modificando davanti ai nostri occhi, le devastazioni e i massacri” in Ucraina “ci hanno sorpreso. L’aggressione premeditata” della Russia “si stava svolgendo in un modo terribile, ma ora sembra che i massacri di civili e bambini aumentino costantemente e questo spinge molti leader politici e l’Unione europea a prendere sanzioni sempre più severe. Oggi l’embargo del gas non è sul tavolo, non so se lo sarà mai, ma tanto più diventa orrenda questa guerra tanto più i paesi alleati si chiedono: ‘In assenza di una nostra diretta partecipazione alla guerra cosa possiamo fare per farla smettere? Per consentire all’Ucraina di sedersi al tavolo di pace” in una “posizione da non serva”.

Gas, Russia: “Embargo Occidente? Venderemo ad altri”

“Se dovessero cessare le forniture di gas oggi, fino a tardo ottobre siamo coperti dalle nostre riserve e da varie altre produzioni. Le conseguenze non le vedremo fino all’autunno”, dice il premier. “Noi andiamo con quello che decide l’Unione europea -spiega-. Se ci propongono l’embargo sul gas e se l’Unione europea è uniforme su questo, noi saremo ben contenti di seguire, qualunque sia lo strumento che considereremo più importante ed efficace per permettere una pace. Questo è quello che vogliamo. Ci chiediamo se il prezzo del gas possa essere scambiato con la pace. Di fronte a queste due cose, cosa preferiamo: la pace oppure star tranquilli con l’aria condizionata accesa tutta l’estate? Io la metterei in questi termini”.

Ma da chi cazzo siamo governati? “Qualunque cosa decida la Ue saremo felici di seguire”? Questo va mandato a casa insieme a tutti i suoi cicisbei.




6 pensieri su “Stop gas russo, Draghi: “Se Ue lo decide noi obbediamo””

  1. “Se ti dico salta, tu cosa fai?”
    “Ti chiedo quanto in alto?”
    “No, salti e basta”
    (citazione a memoria, ma il senso è quello)

I commenti sono chiusi.