Bergoglio insiste: non importa se stuprano, migrati sono ricchezza

Condividi!

Bergoglio non solo è un ipocrita, ma è anche molto ignorante. Dire che l’Europa è fatta dalle ‘migrazioni’, significa ignorare la Storia.

L’unica migrazione che ha fatto l’Europa e l’ha resa com’è attualmente, è l’invasione barbarica dei popoli germanici al tramonto dell’Impero. A cui seguirono, dopo decenni di disordini, stupri di massa e violenze, secoli bui.

E qualora fosse vero che portano più ricchezza che problemi, e non lo è, una sola vita distrutta per colpa loro vale più di tutta la ricchezza del mondo: questo è Cristianesimo, Bergoglio.

Una bambina stuprata vale tutta la ricchezza del mondo. Una ragazzina fatta a pezzi vale tutta la ricchezza del mondo. Perché ogni vita è unica, non solo quella dei tuoi fottuti clandestini.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Malta è un luogo-chiave per quanto riguarda il fenomeno delle migrazioni”. Lo ha sottolineato il Papa, che ripercorrendo nell’udienza di oggi le tappe del suo viaggio apostolico a Malta ha raccontato come “nel Centro di accoglienza Giovanni XXIII ho incontrato numerosi migranti, che sono approdati sull’isola dopo viaggi terribili”.

Sbarcano a Lampedusa e stuprano mamma e bambino. Bergoglio: “Preghiamo per chi sbarca”

“Non bisogna stancarsi di ascoltare le loro testimonianze, perché solo così si esce dalla visione distorta che spesso circola nei mass-media e si possono riconoscere i volti, le storie, le ferite, i sogni e le speranze di questi migranti”, l’appello di Francesco:

“Ogni migrante è unico, non è un numero, è unico come ognuno di noi: il migrante è una persona con la sua dignità, le sue radici, la sua cultura. Ognuno di essi è portatore di una ricchezza infinitamente più grande dei problemi che pure comporta”.

“E non dimentichiamo che l’Europa è stata fatta dalle migrazioni”, ha aggiunto a braccio. “Certo, l’accoglienza va organizzata, va governata, e prima, molto prima, va progettata insieme, a livello internazionale”, ha precisato il Papa: “Perché il fenomeno migratorio non può essere ridotto a un’emergenza, è un segno dei nostri tempi. E Come tale va letto e interpretato. Può diventare un segno di conflitto, oppure un segno di pace. Dipende come lo prendiamo, dipende da noi”.




4 pensieri su “Bergoglio insiste: non importa se stuprano, migrati sono ricchezza”

  1. Come no, certo. Poi dal punto di vista antropologico, gli afroislamici con le loro orrende fattezze (soprattutto i ne(g)ri) “arricchiscono” la specie…

  2. Caro Bergoglio, sta scritto anche nel libro dell’apocalisse, che è l’ ultimo, “attenti a satana, che verrà e creerà disordini”. Se per caso non se lo ricorda più, le spedisco una copia della bibbia.

I commenti sono chiusi.