Migliaia di ucraini in vacanza a Rimini: 300 euro al mese di bonus

Condividi!

😓

Precisazione: inizialmente, per un refuso, il titolo recitava ‘giorno’ invece di ‘mese’, ci scusiamo dell’errore. Un chiaro refuso come si evince chiaramente dall’articolo.

In Emilia-Romagna “ci sono quattro città che hanno un numero maggiore di profughi: Rimini – che con i suoi 3.300 profughi accolti è sicuramente la città italiana che accoglie più profughi – Bologna, Reggio Emilia e Modena”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha detto l’assessora alla Protezione Civile, Irene Priolo, durante il ‘punto’ fatto in commissione sulle attività messe in campo o coordinate dalla Regione.

“Da quando è iniziata questa emergenza abbiamo fatto ciò che andava fatto per sostenere l’accoglienza – ha aggiunto – soprattutto riguardo al settore della prevenzione sanitaria, per fare i tamponi anti-Coronavirus per i profughi. Si parla, nel complesso, di un lavoro pari a 300 giornate lavorative. Stiamo coinvolgendo il terzo settore la cui attività è molto preziosa”, ha concluso Priolo.

E’ molto preziosa sì, incassano 33 euro per ogni ucraino al giorno.

Ad ogni ucraino 1.000 euro al mese in vitto e alloggio più la paghetta di 300 euro

Fanno festa i ‘buoni’, quelli che vanno in Ucraina a caricare i bus. Arriva una nuova pioggia di soldi col nuovo business dell’accoglienza: riscuoteranno circa 1.000 euro al mese per ogni ucraino.

Significa che in vitto e alloggio ogni ucraino riceverà 1.000 euro al mese più una ‘paghetta’ da 300 euro. Mentre un pensionato al minimo italiano deve mantenersi con 500 euro al mese.

Si registra intanto un rallentamento del flusso dei profughi ucraini verso l’Europa: si è passati da 200mila a 40mila al giorno. In Italia, alla data di ieri, sono 75mila. Di questi 5.600 sono inseriti nei sistemi d’accoglienza Cas (5.300 persone) e Sai (299). Le domande di protezione sono state finora circa 750, un dato che “riflette la speranza ucraini di rientrare in Patria dopo il termine delle ostilità”.
Così il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in audizione al Comitato Schengen




5 pensieri su “Migliaia di ucraini in vacanza a Rimini: 300 euro al mese di bonus”

  1. L’altra volta non abbiamo obiettato, solo i gg ha sottineato l’errore. Però oggi siete recidivi. Controllate vox… 300 euro al giorno?

    1. Il ‘giorno’ al posto di ‘mese’ che è rimasto nel titolo per diversi minuti è un chiaro refuso. Mille euro al mese sono in vitto e alloggio (33 euro al giorno che andranno alle coop che li ospitano) poi ci sono 900 euro a famiglia e 300 euro ad ogni adulto come paghetta. In più ci sono i 1.000 euro previsti dalla Ue e il bonus di 900 euro al mese per la casa. Quindi non ci sono errori, ma cose diverse. Poi, a volte, i numeri cambiano di volta in volta perché le decisioni politiche cambiano.

        1. Al mese. C’era un refuso nel titolo. Era stato corretto dopo pochi minuti ma la cache di Cloudflare conservava l’articolo non aggiornato. Grazie della segnalazione, all’utente Igg non era infatti stato contestato il fare presente un errore, che ovviamente capita, ma l’avere definito tale errore un tentativo di manipolare la notizia.

    2. Mi sembra di aver capito che ci sono anche 150 sacchi al mese per ogni figlio minorenne. Uno scandalo totale, oltre alla cittadinanza automatica per gli “apolidi” che ne facciano richiesta: una bella raffica di neBri…

      Mi chiedo se arriverà prima Zio o la rivoluzione di chi è rimasto al freddo e senza lavoro.

I commenti sono chiusi.