Senegalese esige sesso da donna italiana al parco coi figli, pesta marito corso in aiuto

Condividi!

Molesta una donna davanti ai figli e picchia il marito e il fratello. Arrestato un senegalese. Nel pomeriggio di ieri gli Agenti della Squadra Volante della Questura hanno arrestato un cittadino senegalese responsabile di atti osceni, resistenza violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

VERIFICA LA NOTIZIA

La richiesta di intervento è arrivata al 113 intorno alle 14 che segnalava una aggressione in piazza Deffenu.

L’intervento degli Agenti ha permesso di ricostruire la dinamica dei fatti. L’aggressore, un 29enne senegalese con precedenti di polizia, mentre si trovava seduto in una panchina della piazza, alla vista di una donna che faceva giocare i propri figli, le avrebbe profferito delle frasi volgari ed oscene esprimendo apprezzamenti a sfondo sessuale. Queste frasi sono state sentite dal marito e dal fratello della donna. Il primo ad intervenire per far smettere il 29enne è stato il fratello che, per tutta risposta, ha ricevuto dei pugni e dei calci, così come il marito intervenuto in soccorso del cognato. A questo punto è stato chiesto l’aiuto della Polizia che è intervenuta bloccando lo straniero.

Nonostante la presenza dei poliziotti che lo invitavano ad assumere un atteggiamento rispettoso nei confronti della donna, vista anche la presenza dei figli e di altri piccoli che giocavano nella piazza, l’uomo ha continuato nel suo atteggiamento violento e minaccioso tanto che gli agenti, dopo averlo messo in condizione di non nuocere, lo hanno fatto salire sul veicolo di servizio per accompagnarlo in Questura. Anche in questi uffici ha continuato ad avere un atteggiamento violento e minaccioso.

Lo straniero è stato tratto in arresto per resistenza, violenza, minaccia ed atti osceni, inoltre è stato denunciato anche per il reato di percosse.




16 pensieri su “Senegalese esige sesso da donna italiana al parco coi figli, pesta marito corso in aiuto”

  1. Il problema non è solo dei maschi sottomessi, perché a dai venti anni in su, sono pochi “i maschi bianchi nostrani” che tollerano gli invasori. Il problema è quella magistratura politicamente ed ideologicamente corrotta, i buonisti e le varie ladies che vanno a fare le prediche e le prefiche, stile lady boldrini.. Tutta sta gente qua di fatto, che sono una minoranza di minorati, detiene il comando della maggioranza delle persone.

I commenti sono chiusi.